rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza Galvani

Corteo Sentinelle, scontri violenti in piazza Galvani: 8 denunce dalla Digos

Sono 6 attivisti dei centri sociali, un esponente del movimento Bologna Antifascista e un militante di Forza Nuova: dovranno rispondere, a vario titolo, di violenza, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e per manifestazione non preavvisata

Otto le denunce spiccate dalla Digos dopo i violenti scontri della scorsa domenica in piazza Galvani e sotto al Pavaglione, scaturiti a seguito della manifestazione delle 'Sentinelle' (a difesa della famiglia tradizionale) e della concomitante discesa in piazza di alcuni attivisti dei centri sociali e di uno sparuto gruppetto di militanti di Forza Nuova .

Tra i denunciati (un minorenne e gli altri di età compresa tra i 26 e i 55 anni) figurano 6 attivisti dei centri sociali: dovranno rispondere, a vario titolo, di violenza, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non preavvisata.
Tra in denunciati anche  un esponente del movimento Bologna Antifascista e un militante di Forza Nuova. Il forzanovista,perchè  trovato in possesso di guanti con  parti metallica contundenti brandito come "una sorta di tirapugni", spiega la Digos.
Di violenza privata e porto di oggetti atti ad offendere dovrà invece rispondere il militante antifascista.

CINGHIATE E 'TIRAPUGNI'.  Gli scontri - spiega la Digos - sono iniziati durante il deflusso del corteo delle Sentinelle. Sul campo sono volati insulti tra 6/7 esponenti di Forza Nuova e il ben più nutrito gruppo di attivisti dei centri sociali. Per dividere gli schieramenti sono intervenute le forze dell'ordine. Due sono stati i poliziotti feriti, a colpi di cinghiate, sferrati da un attivista del Tpo: un agente è stato colpito alla testa e al volto, un altro alla spalla. Entrambi, portati in ospedale, hanno ottenuto 5 giorni di prognosi. Stessa prognosi anche per un carabiniere, rimasto ferito nel tentativo di arginare le fazioni contrapposte. 
Momento di tensione finale, all'arrivo di un taxi, al bordo del quale sono saliti i forzanovisti. L'auto è stata accerchiata dalla folla (vedi foto) - presa a calci e pugni - riportando danneggiamenti alla carrozzeria. Al tassista è stato intimato di far scendere i passeggeri.

Scontri in piazza Galvani e sotto al Pavaglione - 5 ottobre 2014

'Il nostro lavoro non finisce qui - ha annunciato oggi in conferenza stampa il Questore di Bologna, Vincenzo Stingone - spiegando che sono in via di identificazione altri soggetti" coinvolti nelle contestazioni. Quello che tiene a sottolineare Stingone è il pugno duro delle forze dell'ordine contro chi usa violenza: "troppo spesso ormai siamo abituati a vedere uomini delle forze dell'ordine che mettono a repentaglio la propria incolumità per la pubblica sicurezza. Ed è una cosa inaccettabile', ha chiosato il Questore ricordando che anche durante lo sgombero di ieri un carabiniere è rimasto contuso.

Flash mob silenzioso in Piazza Re Enzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo Sentinelle, scontri violenti in piazza Galvani: 8 denunce dalla Digos

BolognaToday è in caricamento