rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Budrio

Budrio, manca l'agibilità e il sindaco chiude il teatro

Dure le reazioni e annullati tutti gli eventi

Manca l'agibilità e il sindaco chiude il teatro. E' successo a Budrio, dove il primo cittadino Maurizio Mazzanti ha chiuso i battenti della storica struttura prima che iniziassero tutti gli spettacoli natalizi, attraverso un’ordinanza “urgente” che ha lasciato tutti a bocca aperta, scatenando non poche reazioni.  Ma Mazzanti non ha dubbi, e resta fermo sulle proprie posizioni: “La sicurezza e l’incolumità dei cittadini sono al primo posto”.

Un passo indietro. Il 10 dicembre scorso il Servizio Teatro del Comune di Budrio ha comunicato che il Teatro Consorziale risultava privo del certificato prevenzione incendi: autorizzazione necessaria per l’agibilità della struttura. Appresa la notizia, il sindaco si è  attivato per ricostruire l’intera vicenda, arrivando a emettere l’ordine di chiusura immediata della struttura.  “Ho accertato che  dal 1988 a oggi non era mai stato concluso il procedimento per l’ottenimento di tale certificazione a causa degli alti costi – spiega a BolognaToday Mazzanti - Parliamo di trenta anni in cui non si è fatto praticamente nulla. Il teatro non è agibile, e anche se è stata una scelta dolorosa ho emesso un' ordinanza di chiusura temporanea con effetto immediato. Dobbiamo smettere di pensare che visto che fino a oggi non è mai successo niente, sia accettabile continuare a rischiare l’incolumità delle persone”. E ancora: “Tanti gli spettacoli che erano in programma a una settimana dal Natale e ho chiusto il teatro prima che andasse in scena il primo evento. Mi rendo conto dei grandi disagi arecati e del fatto che probabilmente un’intera stagione andrà persa, ma non potevo fare diversamente. Abbiamo già affidato a un tecnico esterno la redazione dell’esame del progetto che servirà a determinare la situazione precisa, e avviare tutte le procedure di messa a norma della struttura”.

La prossima settimana Mazzanti incontrerà il prefetto e i vigili del fuoco. Poi occorreranno diversi passaggi con Sovrintendenza, Regione e tutti gli enti preposti, e solo dopo potrà essere indetta una gara per l’affidamento dei lavori, al termine dei quali si potrà inviare una Scia ai vigili del fuoco e chiedere la riapertura del teatro. Una chiusura che ha scatenato le dure reazioni dell’opposizione politica, e spaccato a metà la cittadinanza. Tanti cittadini però, hanno chiesto al Comune come fare per avviare una raccolta fondi al fine di contribuire alla riapertura della struttura, mentre il sindaco di Castenaso, Stefano Sermenghi, ha spontaneamente offerte l’utilizzo del cinema-teatro della sua città. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Budrio, manca l'agibilità e il sindaco chiude il teatro

BolognaToday è in caricamento