Sede Regione a 'luci rosse': alcova di incontri bollenti, fioccano denunce

Due uomini sorpresi a fare sesso sotto i portici di via Aldo Moro... appena pochi giorni fa lo stesso luogo fu teatro di un altro focoso incontro

Portici a 'luci rosse' quelli di via Aldo Moro: proprio a pochi passi dalla sede della Regione Emilia Romagna, infatti, una coppia è stata sorpresa a fare sesso da una pattuglia dei Carabinieri, impegnata in un servizio in zona. Nei guai sono finiti due uomini, che si sono così guadagnati una denuncia per "atti osceni in luogo pubblico".

Ma l'accaduto non sembra rappresentare una grossa novità per la zona, non nuova ad incontri di questo tipo, evidentemente alcova privilegiata dagli amanti dai bollenti spiriti. Appena una manciata di giorni fa, infatti, un altro focoso incontro aveva avuto il medesimo epilogo: in quel frangente venne sorpreso in flagrante un rappresentante del ravennate, che si era lasciato andare ad effusioni troppo spinte insieme ad una giovane prostituta.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus Emilia Romagna, le scuole restano chiuse? Venturi: "Ancora non si è deciso"

Torna su
BolognaToday è in caricamento