Inseguimento per scooter rubato: a casa c'è un market della droga

Tutto è partito dal cellulare perso durante la fuga del ladro

I Carabinieri di Sesto Imolese hanno arrestato una 39enne italiana, incensurata, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

E’ successo ieri notte, poco dopo la mezzanotte, quando i militari del Radiomobile di Imola, impegnati nel controllo del territorio, con particolare attenzione alle “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”, hanno ingaggiato un inseguimento con un motociclista, in sella a uno scooter Yamaha Tmax che non si era fermato all’alt.

Dop le prime fasi di insegumento il motociclista ha abbandonato il veicolo in via Montericco, allontanandosi a piedi per i campi adiacenti, favorito dal buio e dalla vegetazione circostante dovuta alla presenza del vicino Parco Tozzoni.

Durante la fuga, il soggetto ha però perso uno smartphone. Dagli accertamenti avviati dai Carabinieri, è emerso che lo scooter era stato rubato qualche minuto prima nel garage di un cittadino residente in zona “Pedagna”, mentre lo smartphone rinvenuto per terra era intestato a una 39enne residente nell’imolese.

Quando i Carabinieri di Sesto sono andati a casa della donna per chiederle se qualcuno le aveva rubato il telefonino, si sono accorti che all’interno dell’abitazione c’era un piccolo “bazar” della droga: 400 grammi tra hashish e cocaina, una bilancina di precisione e del materiale adatto al confezionamento della sostanza stupefacente per la vendita al dettaglio. La sostanza è stata sequestrata e affidata ai tecnici di laboratorio del comando. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, la 39enne è stata tradotta in carcere. Proseguono gli accertamenti dei Carabinieri per risalire all’identità del soggetto in fuga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento