Sfratto Minerbio. Il sindaco ci promette: “Non li abbandoniamo, il Comune è presente”

Smorza il tono emergenziale intorno al caso Lorenzo Minganti e ci racconta: "L'amministrazione locale segue da tempo la situazione... Daremo loro strumenti atti a riscattarsi"

Sfratto imminente per una famiglia di Minerbio, con 2 minori a carico. Le difficoltà economiche in cui versano sono state denunciate dalla madre via social network, destando attenzione e solidarietà da parte di un folto pubblico di “addetti ai lavori sociali” e non, come dei partiti locali.
“Presto due bimbi saranno in mezzo ad una strada”, scriveva la madre in un accorato appello, in cui contestava di essersi rivolta alle istituzione della zona, soprattutto in vista dell’avviso di sfratto ricevuto, e di aver ottenuto solo promesse, nulla di concreto.

Tirata in ballo l’Amministrazione locale, il sindaco di Minerbio, Lorenzo Minganti, non ci sta a nascondersi dietro un dito. E chirisce a BolognaToday la situazione. Lorenzo Minganti, in qualità di primo cittadino del Comune bolognese, tiene a sottolineare: “Siamo ben a conoscenza del caso, anche io personalmente. Non parliamo di realtà grosse, qui ci si conosce tutti e a Minerbio siamo molto attenti a tematiche del genere. Non è vero che ce ne siamo disinteressati, come qualcuno addita”.

Infatti, racconta Minganti, la famiglia in questione già da un paio d’anni viene seguita con dedizione e accortezza dagli assistenti sociali. “Più volte siamo intervenuti proponendo interventi a loro sostegno, chiaramente secondo le nostre possibilità. Ad esempio abbiamo concesso l’esenzione dal pagamento della mensa scolastica per il bimbo che va a scuola. Così come a luglio abbiamo loro devoluto un piccolo prestito a fondo perduto”.
Al di là della difficoltà a pagare i conti, aumentata con la crisi che ha messo in difficoltà l’attività del capofamiglia, lo sfratto è cio’ che ha gettato nell’angoscia la famiglia: “Poi è arrivato il capitolo più doloroso, - si legge nella lettera scritta dalla madre - non abbiamo più potuto pagare l'affitto ed il proprietario giustamente ci ha mandati lo sfratto adesso stiamo solo aspettando che qualcuno ci mandi per strada“.

Il sindaco in merito precisa: “Anche qui siamo intervenuti, dialogando prima con il proprietario di casa, poi proponendo alla famiglia in questione più di una soluzione per aiutarli eventualmente con un nuovo affitto, ma ogni proposta è stata rispedita al mittente. Nonostante ciò il Comune continuerà a far tutto quello che è nelle sue facoltà per aiutarli, per cercare di dar loro gli strumenti atti a riscattarli e renderli autonomi nel futuro. Credo che questo sia il compito che debba assolvere l’amministrazione locale”.

La famiglia ha anche fatto richiesta per un “alloggio popolare”, finendo infondo alla graduatoria delle assegnazioni, stipulata in base ad una serie di requisiti, che vanno dal reddito, alle proprietà, alle persone a carico, agli anni di residenza nel comune. “D’altronde, aggiunge Minganti, in Paese abbiamo altri casi problematici come questo e più di questo. Non si possono fare discriminazione e le risorse in nostro possesso purtroppo sono quelle che sono”.
Conclude il sindaco di Minerbio, “vorrei rinfrancare gli animi e acquietare il tono emergenziale che è scaturito intorno alla vicenda. Questa storia ha smosso tutti, mi sono arrivati messaggi dai grillini infuriati e dai leghisti, che ci accusavano di aiutare gli stranieri e non far nulla per i cittadini italiani, illazioni assolutamente infondate. Noi siamo intervenuti e continueremo a seguirli, come facciamo per tutti coloro che ne hanno necessità”.

Infine, sottolinea ancora Minganti “La famiglia non finirà in mezzo ad una strada ad ottobre – come paventato dalla signora – per allora è solo fissata la prima visita dell’ufficiale giudiziario. E comunque sia, io e l’amministrazione locale in nessun caso lasceremmo minori alla mercè della strada. Siamo fiduciosi nel fatto che presto riusciremo a trovare una soluzione in accordo con le esigenze della famiglia e con le reali possibilità del nostro Comune”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento