Sgombero Xm24 dalla Caserma Sani: ira a sinistra, mentre la destra plaude

Divisa la politica locale sull'operazione di sgombero di stamane all'ex caserma di via Ferrarese

Sgomberata stamane alla ex caserma Sani di via Ferrarese, occupata dal collettivo Xm24 il 15 novembre. Dopo che alcuni alcuni attivitsti si sono barricati nello stabile, all'arrivo delle forze dell'ordine, un centinaio di sostenitori del collettivo si sono mossì in corteo solidarietà verso il centro città.

Sull'operazione di sgombero si divide la politica locale.

Ira da una parte della sinistra. Per Emilia Romagna Coraggiosa si tratta di "una scelta miope" lo sfollamento di "uno spazio di socialità e cultura partecipata senza trovare un’altra soluzione condivisa. In un quartiere poi, come la Bolognina, che ha bisogno di presidi vivi e attivi sul territorio".

"Le attiviste e gli attivisti di XM24 - rivendicano Schlein e Taruffi in questi mesi hanno cercato di mantenere vivo il tessuto sociale e di attivismo che era già presente in via Fioravanti. Per le realtà cittadine come questa una casa è necessaria e la politica deve trovare il modo di offrire possibilità di sviluppo di questi percorsi e valorizzarne la funzione sociale". 

Emilia Romagna Coraggiosa chiede al Governo di "lasciare da parte l’uso delle forze dell'ordine e a tutti gli attori in campo, a tutti i livelli, di sedersi di nuovo intorno a un tavolo per trovare una soluzione condivisa e partecipata. Ci chiediamo dove sia la discontinuità tanto promessa se poi si prosegue con la politica degli sgomberi senza costruire alternative".

Sgombero Xm24 alla ex caserma Sani: irruzione della polizia all'alba | VIDEO

Di tutt'altro avviso è la Lega che plaude invece alle forze dell'ordine auspicandosi che "l'amministrazione non decida di "premiare" l'XM24 assegnando loro uno spazio  anche attraverso un bando ad hoc come è stato fatto per Labas".

"E' ora - dice Francesca Scarano Gruppo Consiliare Lega - che il Sindaco Merola e l'Assessore Lepore la smettano di fare la voce grossa di giorno e di ammiccare sottobanco la sera, non si possono utilizzare due pesi e due misure se non altro per rispetto verso tutte quelle associazioni che, proprio in base ai vigenti regolamenti, presentano rendiconti, statuti ecc. Tutti ricordano lo stato di abbandono e degrado in cui è stato ritrovato l'immobile di Via Fioravanti (sede storica dell'XM24) quando finalmente è stato "liberato", è compito di una seria amministrazione evitare che beni pubblici vengano così deturpati".

Stessi toni in Forza Italia che bolla lo sgombero come "ottima notizia per la Città” sottolineando che "ora è tempo di pensare davvero a dare nuova vita a questa zona strategica della Città".

Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia ricorda che "è attualmente depositata una  interrogazione parlamentare per chiedere l’avvio in tempi certi del programma di riqualificazione dell’area e dell'immobile di proprietà di Cassa Depositi e Prestiti. Continuo a credere che grave sia stato l'atteggiamento, particolarmente buonista, del Comune di Bologna che ha continuato a dialogare con questi soggetti, che operano abusivamente e al di fuori delle norme, promettendo loro addirittura una sede. E’ ora di assumere una posizione definitiva, netta e di non tolleranza nei confronti delle realtà dei centri sociali come XM24, che non possono e non devono trovare più alcuna legittimazione, tantomeno dalle Istituzioni."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Crescentine, la ricetta

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

Torna su
BolognaToday è in caricamento