Sgombero Xm24, si tenta mediazione: 'Attivisti giù se Comune accetta incontro'

A mediare i consiglieri Igor Taruffi ed Emily Clancy

Asserragliati da questa mattina su un trapezio appeso alla tettoia del cortile interno, alcuni attivisti di Xm24 stanno iniziando a scendere in questi minuti, nel tentativo di intavolare una trattativa col Comune di Bologna sullo sgombero in corso dall'alba.

Il centro sociale ha infatti chiesto un incontro col direttore generale di Palazzo D'Accursio, Valerio Montalto, e il presidente del Quartiere Navile, Daniele Ara, alla presenza dei consiglieri comunale e regionale di Coalizione civica e Sinistra italiana, Emily Clancy e Igor Taruffi.

Altri attivisti, si fa sapere da Xm24, sarebbero disposti a scendere una volta confermato l'incontro. A mediare tra le parti gli stessi Clancy e Taruffi. "Siamo in attesa che dal Comune arrivi un segnale di volontà- manda a dire il consigliere regionale- per risolvere questa situazione. Ormai è difficile tornare indietro, ma contiamo di evitare il peggio.

Sgombero Xm24, Taruffi (Si): 'Riprenda il dialogo, sgombero non è soluzione'

Sarebbe utile che l'amministrazione si assumesse le proprie responsabilità, avendo disposto lo sgombero". Nel frattempo, gli altri attivisti di Xm24 rimangono sul tetto, mentre fuori prosegue il presidio di solidarietà a suon di canti e balli, mentre all'interno sono proseguiti i lavori di smontaggio delle strutture, in particolare della piscina.
(San/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento