Sì a spostamenti fuori dall'Emilia Romagna per far visita ai familiari, già dal 18 maggio: ecco quali le province interessate

Decisione assunta in ragione della positiva evoluzione dello stato epidemiologico

Sì agli spostamenti tra le provincie di Ferrara e Rovigo per far visita ai congiunti a partire da oggi lunedì 18 maggio.

Una nuova possibilità per i cittadini residenti nei due territori, di cui i presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e Veneto, Luca Zaia, hanno informato i prefetti di Ferrara, Michele Campanaro, e di Rovigo, Maddalena De Luca, chiedendo la collaborazione delle forze di polizia.

Nella lettera congiunta, Bonaccini e Zaia ricordano che la decisione è stata assunta in ragione della positiva evoluzione dello stato epidemiologico, e a fronte dell’esigenza manifestata da numerosi cittadini residenti nelle due province.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questi tipo di spostamenti extra confini regionali, sarà comunque necessaria una autocertificazione, nella quale dovranno essere motivate le ragioni dell’attraversamento del confine regionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

Torna su
BolognaToday è in caricamento