rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Siccità in Emilia-Romagna, l'agenzia Acqua: "Peggioramento generalizzato", scattano ordinanze anti spreco

Si va dalle restrizioni sulle piscine al divieto di lavare l'auto: sazioni fino a 500 euro per chi sgarra

Divieto di riempire le piscine, di lavare l'auto o di annaffiare il giardno negli orari diurni, con multe che possono arrivare anche a 500 euro. Anche se ancora a livelli minimi, la siccità sta entrando nelle case degli emiliano romagnoli. E' l'autorità per i servizi idrici della regione ad avere messo a disposizione dei comuni un modell di ordinanza per avere una legislazion uniforme su tutto il territorio.

Il vademecum arriva dopo che l’Emilia-Romagna ha dichiarato lo stato di crisi regionale per gli effetti della siccità prolungata. La decisione assunta dalla Cabina di regia per l’emergenza idrica, convocata con urgenza il 21 Giugno in Regione dall’assessore all’Ambiente, Irene Priolo, in accordo col presidente della Giunta regionale, Stefano Bonaccini, cui hanno partecipato – oltre all’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi – anche i gestori del servizio idrico integrato Atersir (Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi Idrici e rifiuti), Anbi (Associazione nazionale bonifiche irrigazioni miglioramenti fondiari), Consorzio Canale Emiliano Romagnolo e naturalmente l’Autorità Distrettuale del fiume Po e l’Aipo, l’Agenzia interregionale per il fiume Po.

Previsioni della siccità: settimane a seguire ancora più dure

Nel testo elaborato dall'autorità idrica si evince la drammaticità della sotuazione. Le previsioni meteorologiche "rimangono stabili con la presenza di un anticiclone che porta ad un ulteriore aumento di temperature, con punte massime intorno ai 37°nelle pianure" mentre le portate fluviali, anche del Fiume Po, sono "in diminuzione e le portate medie mensili parziali di giugno risultano inferiori alle medie storiche del periodo di riferimento in tutto il territorio regionale, raggiungendo valori confrontabili con i minimi storici del periodo di riferimento nell’Emilia occidentale ed in Romagna.

Non solo, i livelli delle falde a scala regionale rilevano "abbassamenti generalizzati negli anni 2002-2003, 2007, 2012, 2017" e una ricarica naturale degli acquiferi "estremamente limitata per l’assenza di precipitazioni e per i ridotti deflussi idrici nei corsi d’acqua superficiali" fanno presumere un "peggioramento generalizzato a partire dalle porzioni apicali e freatiche delle conoidi alluvionali, in particolare dei corpi idrici da Piacenza a Modena, comportando grande sofferenza al sistema irriguo e una ridotta disponibilità immediata per l’apparato radicale delle colture".

Incendi boschivi, la siccità anticipa lo “stato di grave pericolosità”: sanzioni fino a 10mila euro

Siccità e crisi idrica: dichiarato lo stato di emergenza, oggi seduta straordinaria con il capo della Protezione civile

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità in Emilia-Romagna, l'agenzia Acqua: "Peggioramento generalizzato", scattano ordinanze anti spreco

BolognaToday è in caricamento