menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Siccità e frutticoltura, la Lega: 'Eccellenza che scompare, e le istituzioni?'

Dopo l'allarme lanciato da Confagricoltura sulla crisi del settore degli alberi da frutta, le opposizioni imolesi strigliano la Regione sugli interventi da attuare

"Il problema è evidente e le istituzioni non possono girarsi dall'altra parte". Cosi' il segretario imolese della Lega Nord Marco Casalini dopo l'allarme di Confagricoltura sulla crisi della frutta.

"Non possiamo andare avanti così- commenta Casalini- la politica si ricorda del settore primario solamente quando siamo in prossimità delle elezioni e questi sono i risultati". Nel circondario imolese "la situazione è tragica", attacca il consigliere imolese del Carroccio Simone Carapia, ex Fi, "e dopo la grandinata c'è stato il problema della siccità. Adesso gli agricoltori conferiscono la frutta in perdita e tanti potrebbero decidere di abbandonare l'attività. Gli agricoltori- prosegue Carapia - non possono continuare ad andare avanti in perdita e sperando nella divina provvidenza".

Il consigliere regionale della Lega Daniele Marchetti è "molto preoccupato" per il dimezzamento dei frutteti sul territorio emiliano-romagnolo. "Le cifre parlano chiaro- commenta Marchetti- meno 43% dei frutteti in 20 anni vuol dire che la frutticoltura, nonostante sia un'eccellenza del nostro territorio è destinata ad estinguersi. Pertanto- avverte il consigliere- chi governa il territorio non può stare con le mani in mano ma deve attivare tutti quei provvedimenti e azioni che tutelino il settore primario e nello specifico la frutticoltura emiliano-romagnola".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento