Cronaca

Sicurezza e anti-degrado: 'Più telecamere, presidi in zone calde e assistenti civici'

Si guarda all'ampliamento dei servizi di controllo in aree come quella del Maggiore e dei Prati di Caprara. Più videocamere, anche sui bus, e vigili contro gli abusivi, soprattutto durante le grosse manifestazioni. In arrivo "esercito" di assistenti civici a sorveglianza dei luoghi pubblici

Degrado e insicurezza in città dilaganti, tanto che "i cittadini si sentono soli", così il sindaco di Bologna Virginio Merola, illustrando in Consiglio comunale i  prossimi interventi per cercare di arginare il problema. Da Palazzo D'Accursio si guarda all'ampliamento dei servizi di prevenzione e controllo, potenziando il monitoraggio delle aree più 'calde' ; poi si pensa ad installare più videocamere, anche sui bus, e un maggior spiegamento di vigili urbani contro gli abusivi durante le grosse manifestazioni. Infine, 'asso nella manica', l' 'arruolamento' di assistenti civici a sorveglianza dei luoghi pubblici.

Il Patto 'Bologna Sicura', sottoscritto lo scorso anno in concerto con da Prefettura e Comune, include "diverse azioni, alcune delle quali sono già state condotte con esito positivo - ricorda il Comune citando ad esempio lo sgombero e riconversione dell'area di Via Landi -  e altre in corso di attivazione, come l'ampliamento dei servizi di prevenzione e controllo nell'area Ospedale Maggiore e Prati di Caprara".

Videosorveglianza. Uno dei nodi cruciali è il potenziamento di un servizio di telecamere di sorveglianza.  Il Tavolo di lavoro sulla sicurezza urbana ha deciso l'attivazione di un gruppo tecnico per l’individuazione specifica delle aree da videosorvegliare, una mappatura che sia finalizzata ad una ridislocazione delle telecamere, ad un loro ammodernamento e tenga conto delle modificazioni intervenute nella cosiddetta “geografia del degrado” urbano.
Si tratterà quindi di aumentare il numero delle telecamere operative, ma anche di prevedere una sua distribuzione efficace nelle aree urbane a maggiore rischio. 
Poi si pensa all'installazione di telecamere di sicurezza a circuito chiuso anche all’interno degli autobus , come ausilio per le indagini in caso di reato consumato o tentato a danno di utenti e addetti Tper. 'Può essere presa in considerazione - chiarifica il Comune - per l'acquisto di nuovi autobus previa verifica con la tutela della privacy. "

Presidio di zone ad alta criticità di degrado ed illegalità. E' necessario, secondo il Comune- " intervenire sulle situazioni che creano supporto logistico alle attività di prostituzione e delinquenza, per lottare contro lo sfruttamento della prostituzione ed evitare la concentrazione di clienti delle prostitute in zone periferiche della città, a cominciare, come caso pilota, dalle zone del quartiere  Borgo Panigale nelle vicinanze di Villa Pallavicini .

Abusivismo commerciale. Attività ad oggi già prevista della Polizia Municipale, per il futuro - propone Palazzo D'Accursio - "va potenziata durante i Tdays e a ridosso di importanti manifestazioni fieristiche/ricreative/culturali.

Assistenti civici, progetto inserito nel Piano Generale di Sviluppo 2012 – 2014 si propone di riorganizzare la presenza di figure a presidio del territorio, in particolare nei pressi delle scuole e dei luoghi d'incontro pubblici. "Gli assistenti civici - spiega il Comune - operano alle dirette dipendenze ed in appoggio alla Polizia Municipale, al fine di rappresentare un costante riferimento per la cittadinanza e un deterrente verso la mancanza di senso civico".
E' stato delineato il corso tipo per la formazione degli Assistenti Civici che prevede, oltre alle materie previste dalla direttiva regionale, lo svolgimento di uno stage tecnico operativo di segnalazioni manuali per l’utilizzo di tali figure davanti alle scuole ed in funzioni di supporto in manifestazioni, al fine di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione di mezzi e persone. "E' plausibile che entro l'estate - annuncia il Comune - possa essere avviata l'esperienza, fatta salva l'approvazione della regolamentazione entro il mese di maggio in Consiglio comunale. Oltre al potenziamento degli organici della polizia municipale, è opportuno prevedere anche l'introduzione di un progetto che coinvolga assistenti civici e mediatori culturali che presidiano i luoghi pubblici, quali parchi o spazi in prossimità di luoghi di aggregazione (stazione,fiera etc...) ".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e anti-degrado: 'Più telecamere, presidi in zone calde e assistenti civici'

BolognaToday è in caricamento