Cronaca

Silvio Mannina, trovato il cadavere: ripescato nelle acque di un lago nel riminese

Dopo la confessione del suo carnefice, oggi il ritrovamento del corpo, che come da indicazioni dello stesso killer era nelle campagne riminesi

Ritrovato oggi il cadavere di Silvio Mannina, ripescato dalle acque del Lago Azzurro, nel riminese. Il giovane, che si cercava da settimana a Bologna, in realtà era stato ucciso e il corpo occultato in Romagna. Come lo stesso killer ha ieri confessato dopo un interrogatorio fiume. E' stato proprio l'omicida, oggi giunto sul luogo del delitto, ad indicare agli inquirenti il luogo esatto dove sarebbe stato gettato il corpo esanime di Mannina.

GIALLO NEL GIALLO. Era un mistero da qualche mese la scomparsa del 30enne Silvio Mannina perchè sparito lo stesso giorno dell'omicidio di Mozzate (quando è stata accoltellata a morte dall'ex compagno la 35enne Lidia Nusdorfi) e avvistato, secondo alcuni testimoni, a Bologna, dove vivendo per strada e avrebbe anche usufruito di una mensa dei poveri.

LA CONFESSIONE. L'assassino ha ieri confessato dopo un lunghissimo interrogatorio: è lo stesso uomo che ha ucciso la sua ex compagna nel tunnel della stazione, è Dritan Demiraj, 28enne pasticciere albanese, che si era trasferito in Romagna dalla nuova compagna Monica Sanchi. L'omicidio sarebbe avvenuto per questioni di gelosia: Mannina, infatti, aveva intrecciato una relazione con la Nusdorfi, ex compagna del killer.

VISTO ALLA MENSA DEI POVERI? Avevamo chiesto ai responsabili della Caritas di controllare nei loro archivi per capire se Mannina fosse stato ospite delle mense dei poveri da loro gestite in data successiva a quella dell'assassinio di Mozzate, ma nessuno ricorda il suo nome e le testimonianze dei due clochard che riferiscono di averlo visto sotto le Due Torri perdono ora di ogni valore, perchè Silvio è morto prima degli avvistamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Silvio Mannina, trovato il cadavere: ripescato nelle acque di un lago nel riminese

BolognaToday è in caricamento