Cronaca

Simone Cristicchi canta le Foibe: scoppia la polemica, solidarietà da Bologna

"Magazzino 18", ultima fatica dell'artista, gli ha fruttato duri attacchi, ma ha anche trovato l'appoggio del "Comitato 10 Febbraio di Bologna": 'Svolge un importante ruolo civile nel mantenere vivo il ricordo di quegli eventi, diventi nostro membro onorario"

Ha sollevato non poche polemica l'opera di Simone Cristicchi,  "Magazzino 18",  tratta del dramma dell'esodo istriano, giuliano e dalmata. La pièce teatrale ha mosso duri attacchi nei confronti del cantante, di cui è stata invocata pure l'espulsione dall'Anpi, inquanto "il suo operato e la sua espressione politica considerati "non riconoscibili nell’essenza dei valori e della cultura della Resistenza partigiana, di ieri e di oggi".

L'ultima fatica dell'artista ha invece trovato il favore nel "Comitato 10 Febbraio di Bologna in ricordo dei Martiri delle Foibe", che ha inviato una lettera al cantante per esprimergli solidarietà: "La nostra è una ferma condanna alle minacce e agli atti di intolleranza subiti da Cristicchi - dichiara il Comitato -  in quanto riteniamo che artisti come lui ascoltati ed apprezzati anche e soprattutto dai giovani, svolgano un importante ruolo civile nel mantenere vivo e diffondere il ricordo di quegli eventi".

Così per il cantante è arrivata la proposta di iscrizione al Comitato bolognese, in qualità di membro onorario, nonchè l'invito alla mostra di commemorazione organizzata ogni anno in città, che per il 2014 si terrà dal 3 al 10 febbraio. "Lo spettacolo Magazzino 18 - motiva Mattia Pace, Vice Presidente Comitato 10 Febbraio Bologna - è pienamente in linea con le finalità e con lo stile comunicativo del Comitato 10 Febbraio di Bologna che, ricordiamo, è composto e si rivolge soprattutto alle nuove generazioni, e pertanto abbiamo deciso di nominare Simone Cristicchi membro onorario del nostro Comitato Bolognese.".

"Ricordiamo che proprio a Bologna, chiosa Pace, quando arrivarono i primi treni di esuli, l'accoglienza dei sindacati comunisti fu delle peggiori, con il famoso episodio del latte per i bambini versato sui binari. Questa mentalità è la stessa che ha portato alcune associazioni ad attaccare Cristicchi per la sua canzone e la sua performance artistica chiedendo ad esempio la sua espulsione all'ANPI"
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simone Cristicchi canta le Foibe: scoppia la polemica, solidarietà da Bologna

BolognaToday è in caricamento