Nuove Br, minacce di morte a sindaci e Bonaccini

Anche il sindaco Merola ha ricevuto la stessa lettera la scorsa settimana. Digos al lavoro per capire l'attendibilità

Foto Bonaccini

"Diversi sindaci in questi giorni hanno ricevuto lettere di minaccia indegne. Una simile lettera è stata recapitata anche a me e prontamente ho contattato le autorità competenti". Lo scrive il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, riguardo alle lettere di minacce inviate ai primi cittadini di Ferrara, Rimini, Ravenna, Forlì e Modena. Anche il sindaco Merola ne ha ricevuta una la scorsa settimana.

La Digos è al lavoro per capire chi si nasconde dietro a quella firma "Nuove Brigate Rosse". Se si tratta di un singolo o meno e se le minacce siano o meno attendibili.

"Come ribadito al sindaco di Ferrara, anche a Gian Carlo Muzzarelli sindaco di Modena, Andrea Gnassi sindaco di Rimini, Michele De Pascale sindaco di Ravenna e Gian Luca Zattini sindaco di Forlì, vanno la solidarietà e la vicinanza mia e di tutta la Regione. Istituzioni e comunità regionale stiano unite contro chi semina odio. Mi auguro vengano individuati prima possibile i responsabili", scrive Bonaccini.

Messaggi di solidarietà

Per l'assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore, si tratta di "Minacce vili da condannare con fermezza, non solo per le modalità, ma anche perché compiuta in un periodo particolarmente drammatico per le comunità ed i loro sindaci - continua Lepore - provati ed impegnati a far fronte all'emergenza sanitaria ed economica da Covid. Non lasceremo spazio ad alcuna azione volta a destabilizzare, ci stringiamo con forza a chi è fatto oggetto di queste minacce, con l'auspicio che le autorità competenti possano risalire presto ai responsabili". "Solidarietà ai sindaci ed alle comunità interessate". 

"A nome personale e di tutta Fratelli d'Italia di Forlì-Cesena esprimo la più sincera vicinanza al nostro sindaco Gian Luca Zattini, oggetto di un odioso attacco intimidatorio firmato: "Brigate Rosse". La città di Forlì,  che ha già dovuto subire il non dimenticato assassinio del professor Roberto Ruffilli per mano di terroristi delle "Brigate Rosse Partito Comunista combattente", non si piegherà a questi gesti sintomo di vigliaccheria e violenza ideologica": afferma in una nota Roberto Petri, coordinatore provinciale di Forlì-Cesena di Fratelli d'Italia.

"Piena solidarietà a al Sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli, e a tutti i Sindaci impegnati in prima linea nella gestione dell' emergenza sanitaria, che sono sotto attacco e oggetto di inqualificabili minacce, come è successo anche ai primi cittadini di Ferrara, Rimini e Ravenna. Queste minacce - scrive la consigliera Palma Costi - non sono che un gesto vigliacco di chi tenta di approfittare della sofferenza e della stanchezza della gente per creare ulteriore disagio. Solidarietà e vicinanza. Serve unità e aiuto reciproco per focalizzarci sulla gestione dell’emergenza sanitaria e sociale in atto".

E ancora, dai sindacati Cgil-Cisl e Uil Emilia-Romagna: "Esprimiamo solidarietà e vicinanza ai diversi sindaci emiliano-romagnoli e al presidente della Regione Stefano Bonaccini che in questi giorni hanno ricevuto lettere di minacce a firma “Nuove Brigate Rosse”. Allo stesso tempo, auspichiamo che vengano al più presto individuati i responsabili. L’unità e la fermezza delle nostre comunità saranno, come sempre, la risposta più efficace a chi vuole biecamente sfruttare un momento drammatico per il Paese solo per infondere paura e panico".

L' Ugl dell'Emilia-Romagna esprime la massima solidarietà e vicinanza ai sindaci di Bologna, Modena, Reggio, Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì, ed anche al governatore Stefano Bonaccini, raggiunti in questi giorni nei loro luoghi di lavoro da lettere di minacce firmate 'Nuove Brigate Rosse', con gravissime intimidazioni estese anche alle comunità locali ed ai soggetti socio-economici attivi della nostra regione. Il nostro stesso sindacato, nelle scorse settimane, è stato preso di mira con minacce fisiche e scritte minatorie nelle sedi, anche a Bologna, a testimoniare un clima che si sta avvelenando ogni giorno di più”: scrive in una nota Tullia Bevilacqua, segretario regionale Emilia-Romagna dell'Ugl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento