Slot machines truccate e giochi illegali nei bar, cosa ha scoperto la Finanza - VIDEO

La Guardia di Finanza di Bologna ha effettuato i controlli in due bar, uno a Camugnano e un altro a Sasso Marconi

La Guardia di Finanza di Bologna ha sequestrato sette slot machines truccate, quattro apparecchi tipo Totem, tre cambiamonete, un apparato di videosorveglianza e 5.840 euro di contante. Denunciati inoltre cinque soggetti, due dei quali con precedenti di polizia per analoghe condotte.

Le macchine sono state ritrovate all’interno di due bar, a Camugnano e a Sasso Marconi. I militari del II Gruppo di Bologna hanno accertato che le slot in questione, pur sembrando collegate alla rete telematica dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in realtà erano state modificate per permettere il funzionamento senza trasmettere alcun dato e pertanto sottraendo soldi all’erario.

In buona sostanza, erano state alterate le schede madri di gioco bypassando i sistemi di sicurezza installati sulle stesse, le quali operando in condizioni di normalità e legalità funzionano esclusivamente con una connessione di rete valida con l’AAMS. Nel caso specifico, il noleggiatore aveva modificato le schede in modo da farle funzionare ingannando i controlli attraverso la simulazione della connessione al sistema elettronico dei Monopoli di Stato.

Oltre alle slot truccate, un un altro bar erano installati quattro "Totem”, i quali dovrebbero essere utilizzati solo ed esclusivamente per finalità promozionali o ricariche telefoniche, ma che invece erano utilizzati per raggiungere piattaforme di gioco all’estero che offrivano all’avventore la possibilità di puntare su giochi proibiti dalla normativa italiana, quali poker, roulette, black jack o baccarà.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Slot machines truccate e giochi illegali nei bar, cosa ha scoperto la Finanza - VIDEO

BolognaToday è in caricamento