Città intelligenti e sostenibili, Bologna sul podio: 'male però nel consumo di suolo'

La classifica nazionale stilata secondo un indice ponderato da ICity vede le Due Torri confermarsi appena sotto Milano e sopra Firenze. Unica macchia: il consumo di suolo

Due Torri a gonfie vele, tranne che per il consumo di suolo. La classifica nazionale ICity Rate 2017 torna a premiare il capoluogo emiliano, al secondo posto per l'eccellenza in una quindicina di paramentri, messi a confronto con altri 106 comuni della provincia italiana. I dati sono stati pubblicati da ICity Lab 2017, la manifestazione organizzata da FPA, società del Gruppo Digital 360. La Smart Sustainable City -si legge- è la città che fa ricorso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per portare avanti processi di innovazione sociale, culturale ed organizzativa per migliorare la qualità della vita.

Giudicata in base a caratteristiche come innvoazione tecnologica, ambiente, occupazione, consumo di suolo, sicurezza, Bologna compone un numero di pochissimo sotto quello di Milano, in testa con 559 punti nell'indice Fpa. Terza la città di Firenze.

Bologna si avvicina alla capitale economica del Paese recuperando 48 punti in un anno nella corsa al vertice e fermandosi a quaota 597, potendo vantare il primato nell'energia e nella governance e in generale un approccio complessivo di buon equilibrio nei diversi ambiti che compongono la “città intelligente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Energia e governance sono due medaglie d’oro per Bologna che invece non riesce a soffiare il primato a Milano, e si deve accontentare di un argento, per trasformazione digitale e occupazione. Le Due Torri in sostanza reggono, con l'unica eccezione per le policy legate al suolo e alla vulnerabilità territoriale, nelle quali si piazza al 69° posto: la percentuale di suolo consumato del 32% della superfice comunale anche per Bologna è superiore alla media, e dal 2012 al 2015 i metri quadri pro-capite sono scesi in media appena di 1,3. E proprio il consumo di suolo è oggetto in questi mesi di un dibattito a livello regionale, con una bozza di riforma in dirittura di arrivo in Regione e diverse voci in polemica con quest'ultima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento