Smog e inquinamento aria, polveri sottili superano i livelli di guardia

Ieri a Bologna toccati gli 83 microgrammi per metro cubo, su 50 di soglia

Con appena alle spalle la terza domenica ecologica, i livelli di inquinamento da pm10 a Bologna riprendono a salire oltre la soglia di guardia. La centralina Arpae dei giardini Margherita segna la cifra importante degli 88 microgrammi su metro cubo, quella di San Felice 73. La centralina alla Barca di via Chiarini segna 63 microgrammi, mentre quella di San Lazzaro riporta 81.

Come previsto dai piani però, non basterà questo singolo sforamento per fare scattare le misure antismog: servono infatti almeno tre giorni di sforamento consecutivi per dare il via ai provvedimenti di restrizione al traffico.

Di certo il capoluogo emiliano è in buona compagnia. In tutta la regione infatti si registrano valori sopra la soglia fissata a livello europeo dei 50 microgrammi su metrocubo, sforamenti per i quali sempre la normativa europea ha fissato un limite massimo di trentacinque giorni all'anno. Siamo solo all'inizio della stagione più temuta per l'inquinamento dell'aria da polveri sottili. Un'altra giornata in sforamento in città era stata il 23 ottobre.

arpae pm10 3 nov 2020-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento