rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Smog, picco di polveri sottili, Arpae: "Afflusso straordinario da Est"

Nel fine settimana i valori delle Pm10 nelle centrsline sono schizzati a più del doppio delle soglie limite

Ben 140 microgrammi per metro cubo di PM10 a Rimini, 133 a Savignano sul Rubicone (FC), 117 a Ravenna, 112 a Imola (Bo), 110 a Faenza e Ferrara, 101 a Parma e 98 a Bologna. Sono le concentrazioni di polveri fini (PM10) registrate sabato 28 marzo in Emilia-Romagna, valori elevatissimi e inusuali, soprattutto a fine marzo.

Solo due giorni fa (giovedì 26 marzo), i valori erano compresi tra 3 e 25 (µg/m3). Poi la brusca impennata, a poca distanza temporale dalla parentesi di maltempo che ha interessato tutto lo Stivale, e in pieno lockdown -anche di emissioni- imposto con l'epidemia da coronavirus.

"La causa più probabile dell’impennata dei valori, registrata anche nelle altre regioni del Nord -sengala una nota di Arpae- sembra essere un trasporto a grande scala proveniente da Est. Da sabato infatti, grandi masse d´aria particolarmente ricche di polveri sono arrivate sull’Emilia-Romagna provenienti dall’area del Mar Caspio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, picco di polveri sottili, Arpae: "Afflusso straordinario da Est"

BolognaToday è in caricamento