menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine FB Social Log

Immagine FB Social Log

Corteo Social Log partito da Piazza dell'Unità: "Le lotte sociali non hanno scadenza"

Come annunciato oggi lo sportello per il diritto all'abitare ha organizzato una sfilata per ribadire che "anche sotto elezioni bisogna affermare l'indipendenza e l'autonomia delle lotte sociali"

E' partito dopo le 16 da Piazza dell'Unità il corteo del collettivo Social Log "per ricordare che le lotte sociali non hanno scadenze, nemmeno elettorali! In piazza per l'autonomia e l'indipedenza del conflitto, come in tutta Italia in questo 28 maggio!" scrivono sui social. Il corteo si è diretto verso la Ex Telecom di via Fioravanti. 

"E' passato oltre un mese da quando, con tante realtà di movimento cittadine e sindacati di base conflittuali, ci si è ritrovati in Piazza dell'Unità per una giornata di autogestione collettiva - scrivono nella loro nota i collettivi, annunciando il corteo di oggi -  Quella giornata di partecipazione e convergenza nelle differenze è culminata con una ricca plenaria in cui, dal diritto all'abitare, alle tematiche di genere all'interno della città, passando per le lotte di facchini, studenti, insegnanti e precarie, e comitati territoriali emergeva la necessità di affermare con intransigenza l’indipendenza e l’autonomia delle lotte sociali dal teatrino elettorale che ancora la nostra città sta subendo".

"Lo vediamo bene negli ultimi tempi, in cui le ragioni delle lotte sociali vengono praticamente silenziate a livello mediatico per lasciare spazio a dichiarazioni e promesse roboanti nel segno di nuovi investimenti - prosegue la nota -  Piogge di milioni di euro promessi in città, ma per chi? Per risolvere o ridurre il portato di oltre 1500 sfratti esecutivi l'anno o per nuove opere speculative? Per fare della rigenerazione urbana una nuova occasione per rimpinzare le tasche di pochi o per garantire una vita dignitosa nei quartieri popolari? Per garantire una sanità accessibile a quante più persone possibili o da immettere a sostegno di fondi privati?"

"Questi interrogativi, solo per citarne alcuni di maggiore attualità, le lotte sociali se li pongono prima, durante e oltre il periodo elettorale nel segno del conflitto ormai da anni a questa parte. Per questa ragione vogliamo fare appello ad un corteo che da Piazza dell’Unità, piazza di lotte meticce e autogestioni, raggiunga il centro della città per ridare parola alle lotte, alle loro ragioni e alla loro affermazione di indipendenza. Come lotta per il diritto all’abitare mettiamo quindi a disposizione di chi voglia esprimere i propri contenuti e le proprie istanze uno spazio e un tempo di protagonismo sociale che, ci auguriamo e lavoriamo per questo, sia da trampolino per una nuova stagione di conflitti e battaglie per la giustizia sociale e la solidarietà".

"Rivendicare a testa alta l'opposizione agli sfratti, ai pignoramenti, e agli sgomberi in mancanza di soluzioni reali per chi si trova in pieno disagio abitativo, costruire una risposta all'aggressione contro gli insolventi che comincia ad articolarsi in maniera sempre più dura anche in Emilia-Romagna con le riforme dell’assessore al welfare Gualmini, valorizzare tutte le esperienze di autogestione e alternativa che crescono nella nostra città dallo sport, all’alimentazione, dalla salute all’istruzione, e dare un segnale forte e collettivo alla derubricazione delle nostre istanze in termini di ordine pubblico e sgomberi: con questi intenti ci appelliamo a tutte le realtà di movimento, ai comitati, al sindacalismo di base e ai solidali per costruire ancora una volta un passo insieme e prepararci ad una nuova stagione di lotta e conflitto sociale!"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento