rotate-mobile

Spaccata in via della Repubblica: "E' già successo, ma qui zona tranquilla" | VIDEO

Parla il barista del caffè preso di mira da un ladro, poi arrestato dai carabinieri

"Qualche anno fa con la vecchia gestione era successo che fossero entrati, e anche nel negozio a fianco, ma questa di solito è una zona tranquilla". E' indaffarato Kevin, ragazzo di 22 anni impegnato dietro il bancone del Java caffé di viale della Repubblica, preso di mira questa notte da un ladro che ha tentato una spaccata con un'auto rubata, ma poi è stato arrestato.

Kevin racconta sommariamente quello che è successo la scorsa notte al bar di famiglia. Tra le altre cose, dopo il fatto, con i carabinieri al seguito, è stato il proprietario dell'auto rubata per commettere il furto, una Fiat Uno, a venire a scusarsi con i baristi, spiegando di non essere stato lui a cagionare il danno, bensì colui che gli aveva rubato il mezzo.

Bar nel mirino dei ladri: tenta e ritenta la spaccata, ma finisce male

Ancora una stima dei danni, spiega ancora il barista, non è stata condotta. Il ladro non ha portato via niente, ma in compenso lo spesso doppio vetro anti intrusione, che ha retto ai colpi dell'auto in retro, si è irrimediabilmente danneggiato. Increduli i pochi passanti nel portico in questione, tra cui una residente: "Non ho sentito niente questa volta, ma ricordo bene quella precedente, anni fa. Che dire, tutti questi danni per poi rubare cosa? Qualche banconota dal fondo cassa?"

Spaccate con auto ariete: accertamenti in corso

I carabinieri ora stanno accertando se l'uomo non possa avere messo a segno altri furti di simile natura. Analoga tecnica per esempio è stata utilizzata lo scorso 4 aprile, quanto un bar di via Marco Polo è stato preda di una spaccata, sempre con un'auto ariete al seguito. In quell'occasione la vetrina cedette, permettendo al soggetto di svaligiare il registratore di cassa, ma sempre per pochi euro.

Video popolari

Spaccata in via della Repubblica: "E' già successo, ma qui zona tranquilla" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento