Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Via della Direttissima

Fratelli spacciatori per la "Bologna bene" arrestati dopo perquisizione in casa

Ben 12 mila euro in contanti, oltre a tre chili di marijuana e altre sostanze stupefacenti: questo quello che hanno trovato i Carabinieri nelle due case dei giovani "per bene"

Due fratelli incensurati di 25 e 28 anni, Riccardo e Marco S., sono stati arrestati dai carabinieri a Bologna per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri durante una perquisizione, in casa del primo sono stati trovati e sequestrati 3 kg di marijuana e 12mila euro in contanti, ritenuti il provento dello spaccio; nella villetta dove il secondo vive con il padre, un piccolo imprenditore, 430 grammi in 40 ovuli di hascisc.

E' stato anche trovato un macchinario per il confezionamento. L'indagine, coordinata dal pm Massimiliano Rossi, è condotta della Compagnia carabinieri Bologna Centro (comandata dal capitano Giuseppe Musto) ed era partita dalla stazione San Ruffillo. Secondo gli investigatori, i due fratelli, in carcere in attesa della convalida, 'servivano' una rete di giovani clienti, in maggioranza italiani e di buona famiglia, verso cui ora punteranno le indagini.

Dalle prime analisi, il principio attivo della sostanza sequestrata è elevato. "Riteniamo di portare avanti un'attività di repressione, ma anche di prevenzione a tutela dei giovani e dei giovanissimi", ha detto il procuratore aggiunto e portavoce della Procura, Valter Giovannini, con riferimento all'episodio che all'inizio del mese aveva visto finire in ospedale un tredicenne, dopo che aveva fumato hascisc.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli spacciatori per la "Bologna bene" arrestati dopo perquisizione in casa

BolognaToday è in caricamento