Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Muore dopo aver "tirato" cocaina: due arresti dei Carabinieri

Sono indagati per spaccio di sostanze stupefacenti continuato e in concorso

cocaina

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Molinella hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bologna, Alberto Gamberini, nei confronti di un 28enne e un 31enne residenti a Bologna. Sono indagati per spaccio di sostanze stupefacenti continuato e in concorso.

Il provvedimento è stato emesso su richiesta del Sostituto Procuratore, Luca Davide Alfredo Venturi, a seguito delle indagini dei militari su un episodio avvenuto il 4 ottobre scorso, quando un musicista italiano, residente in Provincia di Bologna, si accasciò davanti alla compagna, subito dopo aver inalato della cocaina. Soccorso dai sanitari del 118 che provarono a rianimarlo, il musicista fu dichiarato morto.

L'autopsia rivelò il decesso era stato causato da una una tachiaritmia ventricolare maligna, seguita da uno shock cardiogeno con edema polmonare acuto e un arresto circolatorio irreversibile. Si ipotizza dunque che siano stati i due indagati, spacciatori di cocaina a Bologna, a vendere la dose al musicista. Oggi, all'alba, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Molinella, coadiuvati dai Carabinieri delle Stazioni di Budrio e Bologna Corticella, li hanno arrestati e portati in carcere. 

La scorsa settimana, la Polizia ha arrestato tre persone, tra le quali un minorenne, per spaccio di cocaina.

Spaccio di cocaina: tra i pusher anche un minore

Spaccio di droga: coinvolto anche un agente immobilare

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore dopo aver "tirato" cocaina: due arresti dei Carabinieri

BolognaToday è in caricamento