rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca San Vitale / Via Pompeo Vizzani

Droga in via Vizzani: pusher pedinati, scoperto nascondiglio di 'coca' in un garage

Movimenti sospetti davanti la stazione, hanno portato al pedinamento di due auto. A bordo alcuni spacciatori, che - ignari - hanno condotto le forze dell'ordine al loro 'covo', mimetizzato in un insospettabile complesso residenziale

Movimenti sospetti davanti la stazione, hanno portato al pedinamento di due auto. A bordo alcuni spacciatori, che - ignari - hanno condotto le forze dell'ordine al loro 'nascondiglio', mimetizzato in un insospettabile complesso residenziale.

Nei guai è finito un 28enne albanese residente a Bologna, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto è stato eseguito giovedì pomeriggio, durante un controllo del territorio che le forze dell'ordine stavano effettuando nei pressi della Stazione dei treni.
Intorno alle ore 18, in Piazza XX settembre l’attenzione degli investigatori è stata richiamata da una Volkswagen Polo condotta da un uomo che, apparentemente senza motivo, ha effettuato un’inversione di marcia ed è ripartito a tutta velocità in direzione di Ponte Matteotti. La manovra è stata eseguita anche da una Renault Scenic con tre persone a bordo. La situazione ha insospettito i Carabinieri che, a bordo di un’auto in tinta civile, hanno iniziato a pedinare le due vetture fino a un complesso residenziale in via Vizzani. Mentre i passeggeri a bordo della Renault sono rimasti all’interno del veicolo, i due conducenti sono scesi dalle rispettive auto e, dopo essersi scambiati qualche parola, sono entrati in un garage. Dopo una decina di minuti i due soggetti sono usciti fuori e, a quel punto, i Carabinieri si sono avvicinati e li hanno identificati. Si trattava di due albanesi, un 28enne residente a Bologna e un 26enne di La Spezia.

Gli inquirenti, ritenendo che all’interno del garage fosse stato occultato qualcosa, hanno perquisito l’immobile. La tenacia investigativa è stata premiata dal ritrovamento in un mobile di  una busta in nylon azzurra dell’IKEA, con all’interno un contenitore termico parzialmente riempito di riso che celava un involucro in cellophane trasparente contenente 38 grammi di stupefacente del tipo cocaina nonché 5 dosi termosaldate, della stessa sostanza stupefacente, complessivamente del peso di grammi 7,5, unitamente ad un bilancino di precisione, un paio di forbici e un rotolo di pellicola trasparente.

Anche i conducenti sono stati perquisiti. Il 28enne deteneva 5 dosi di cocaina, pari a 5 grammi, racchiuse in piccoli contenitori di plastica e pronte per essere vendute, mentre il 26enne, benché nullafacente, è stato trovato in possesso di 9.000 euro in contanti, in banconote da diverso taglio, di cui non ha saputo dare altra spiegazione che l’intenzione di acquistare una macchina. I due passeggeri, anch’essi albanesi, di 26 e 25 anni, sono stati perquisiti, con esito negativo. Il 28enne, incensurato e anche lui nullafacente, si è preso tutta la responsabilità della detenzione dello stupefacente (il garage è una pertinenza della sua abitazione) e al termine delle indagini, i Carabinieri del Nucleo Investigativo lo hanno ristretto presso il carcere di Bologna a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in via Vizzani: pusher pedinati, scoperto nascondiglio di 'coca' in un garage

BolognaToday è in caricamento