Spray al peperoncino: la Polizia municipale ordina 400 bombolette

L'opzione di acquisto in una determina di spesa dove sono contenuti anche i nuovi dispositivi Scout. Circa 36mila euro la spesa stimata degli spray

Spray urticante in dotazione alla Polizia municipale. Dopo anni di discussioni e polemiche, il momento sembra arrivato: la PM di Bologna dà il via all'acquisto di 400 bombolette di spray al peperoncino autorizzando una spesa pari a circa 34.000 euro.

L'operazione è messa nero su bianco tramite un atto firmato dal comandante Romano Mignani. Nella determina si spiega che la Giunta di Palazzo D'Accursio, con una delibera di aprile, ha approvato il "Disciplinare sull'uso degli strumenti di difesa personale in dotazione al Corpo di Polizia municipale", che contiene l'autorizzazione all'uso dei dispositivi spray anti-aggressione a base di Oleresin capsicum, conformi al decreto ministeriale 103 del 12 maggio 2011. In base e con le modalità definite dell'articoli 52 del Codice penale, si specifica nella determina, questi dispositivi "devono essere utilizzati esclusivamente per difesa personale quando vi e' pericolo attuale di un'offesa ingiusta rivolta a se' o altri e non altrimenti evitabile".

Inoltre, alla luce del decreto ministeriale, l'atto firmato da Mignani spiega che l'Oleresin capsicum è un prodotto "che non produce effetti né nocivi né tossici per la salute delle persone al momento dell'utilizzo, soprattutto quelli a 360 gradi, prodotti commercializzati in Italia dalla ditta Defence systems". Ancora, Mignani ricorda che l'assegnazione di tali strumenti può avvenire esclusivamente "dopo l'effettuazione di appositi corsi che prevedano, oltre all'addestramento all'uso, anche un'adeguata formazione relativamente ai presupposti normativi che ne legittimino l'eventuale utilizzo".

Fatte queste premesse, nella determina si spiega che l'acquisto degli spray "per l'effettuazione dell'addestramento" sarà realizzato tramite trattativa diretta sul Mercato elettronico della pubblica amministrazione, in quanto la tipologia merceologica richiesta e' presente fra i beni acquistabili, per una spesa pari a 33.916 euro Iva inclusa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In conclusione, alla Defence systems viene affidata la fornitura di 400 spray Rsg 2 "All Round" completi di manicotti, bombolette di carica e 100 ricariche. Non è l'unico acquisto autorizzato dal comando della Municipale nell'ultimo periodo. I vigili, infatti, si sono trovati nella necessità di dover reperire anche tre nuovi dispositivi Scout, da utilizzare per il controllo e il sanzionamento della sosta irregolare: gli strumenti oggi a disposizione, infatti, "risultano ormai obsoleti in quanto non più supportati da aggiornamenti software", si legge nell'atto con cui Mignani impegna una spesa di 10.004 euro. Infine, altri 271 euro sono destinati all'acquisto di 18 "Nark test" che la Municipale ha necessità di utilizzare "nell'attività di ricerca, maneggio ed analisi di sostanze stupefacenti". (Pam/ Dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Bollettino Covid Bologna 18 maggio: vicini a zero casi, ma ancora 4 morti | GRAFICI E DATI, COMUNE PER COMUNE

Torna su
BolognaToday è in caricamento