Cronaca

Ozzano Emilia, gli animalisti scendono in piazza: "Serpenti scambiati come figurine'

Domenica calda ad Ozzano dove un gruppo di militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI ha protestato contro 'Squamata', la manifestazione che mette in esposizione rettili. Tensione avventori/manifestanti. Intervento delle forze dell'ordine. 'Il nostro paese base logistica di questo scempio', la solidarietà della piazza

Domenica bollente a Ozzano dell'Emilia. Oltre al sole, ha arroventato l'aria la presenza di alcuni militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI,  estremamente determinati contro espositori e visitatori della  mostra - mercato  "Squamata", manifestazioni  che esponeva Rettili dentro teche di plastica.

"A Squamata vengono venduti accessori per tenere prigionieri i serpenti, e gli animali vengono scambiati come figurine" - è la denuncia dei militanti, che ammoniscono: "i serpentari godono a tenere un  Animale  per tutta la vita  chiuso in una scatola, godono a vederlo  mangiare  Topi, Ratti, Pulcini, conigli, anche Gattini vivi; dei quali  riprendono  le agonie  e poi le pubblicano sul web. Inoltre il mercato di Animali esotici provoca enormi danni  ecologici, e la morte di  milioni di Animali durante il prelevamento e il trasporto."

Contro tutto questo i militanti hanno manifestato dalle 15 alle 17 30 di domenica  16 giugno. "Non è stata una protesta tranquilla" - raccontano i manifestanti, che hanno presidiato la manifestazione appellando gli avventori come 'aguzzini'. Sul luogo sono intervenute le forze dell'ordine, a mantenere la calma.

Quando  il presidio  è stato tolto, "molte persone - chiosano gli animalisti - che  erano nel  parco pubblico adiacente hanno espresso solidarietà ai nostri militanti. Una signora ci ha detto: "Ogni anno, con questa mostra, il nostro paese è base logistica di queste persone . E' ora di finirla"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozzano Emilia, gli animalisti scendono in piazza: "Serpenti scambiati come figurine'

BolognaToday è in caricamento