Cronaca

Sequestro stadio Ferrara, presunte irregolarità: perquisizioni anche a Bologna

"Criticità severe nell'esecuzione delle procedure di montaggio tali da mettere in pericolo gli spettatori"

La Guardia di finanza di Ferrara ha sequestrato, eseguendo un provvedimento emesso dalla Procura ferrarese, "la copertura della Tribuna Nord, la struttura gradinata e la copertura della Tribuna Est dello Stadio 'Paolo Mazza". Lo fanno sapere le Fiamme gialle, spiegando che il sequestro è il risultato di "indagini finalizzate ad accertare presunte anomalie strutturali relative ai lavori di ampliamento svolti nel 2018". Lavori "attestati come conformi al progetto e rispettosi della normativa antisismica attraverso l'emissione di certificati di collaudo di cui, tuttavia, e' stata ipotizzata la falsita'". I reati ipotizzati, a vario titolo, nei confronti delle otto persone indagate, vale a dire "il direttore dei lavori, i collaudatori e gli imprenditori che hanno eseguito i lavori", sono il falso ideologico e la frode in pubbliche forniture, e sono 60 i militari impegnati in una serie di perquisizioni a Ferrara, Bologna, Modena, Treviso, Arezzo, Campobasso, Taranto e Rovigo nei locali di professionisti e imprese che hanno realizzato le opere.

La Spal e il Comune di Ferrara, precisa invece la Guardia di finanza, sono parti lese. Tutto è iniziato quando, dopo la salvezza conquistata dalla squadra ferrarese nel 2018 al termine del campionato di serie A, si è reso necessario "ampliare lo stadio fino a 16.000 posti". Alcuni mesi dopo la fine dei lavori, pero', "una delle imprese sub-appaltatrici coinvolta nell'esecuzione delle opere ha inviato alla Spal, alla Prefettura, alla Questura, al Coni e al Comune una diffida all'utilizzo delle strutture", in quanto ci sarebbero delle "criticità severe nell'esecuzione delle procedure di montaggio tali da mettere in pericolo gli spettatori".

E le indagini delle Fiamme gialle volte a "valutare l'effettiva conformità delle strutture alla normativa di legge e di regolamento, con particolare riferimento alla normativa antisismica", hanno evidenziato "presunte irregolarità nell'esecuzione dei lavori, su cui verranno svolti i necessari approfondimenti". Il provvedimento di sequestro, infatti, si basa "sulle analisi preliminari del consulente tecnico del pm, che tra l'altro ha evidenziato che l'abbassamento massimo rilevato in sede di collaudo a seguito delle prove di carico e l'abbassamento residuo allo scarico risultano superiori rispetto a quelli teoricamente previsti". (dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro stadio Ferrara, presunte irregolarità: perquisizioni anche a Bologna

BolognaToday è in caricamento