menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce e violenze alla ex, stalker viola la reperibilità: aggravamento della pena

Minacce ossessive e violenze fisiche alla ex minorenne. L'arresto e poi l'obbligo di dimora. Il Governo ha varato ieri un decreto che prevede l'allontanamento dei mariti violenti e pene più severe per gli stalker

Lei l'aveva lasciato perché violento e possessivo, lui non e ha cominciato a tormentarla: sms, minacce e infine cerca di trascinarla a forza fuori casa dalla finestra. La vittima una 17enne di Ozzano Emilia, per cui fu arrestato. Per il ragazzo ieri è scattato l'ammonimento previsto per i reati di stalking: non potrà avvicinare la ragazza, né i luoghi che frequenta, pena un nuovo arresto.

VIOLENZA. Il provvedimento, chiesto dal Pm Caleca e firmato dal Gip di Bologna Bruno Perla, è stato eseguito dagli agenti della squadra Mobile e della Divisione Anticrimine della Questura, che hanno condotto gli accertamenti. Lo stalker è un 25enne originario di Potenza, da tempo residente a Bologna e con alle spalle qualche reato di droga. Nnon si sarebbe rassegnato alla fine della storia, che lei aveva troncato a gennaio dopo circa un anno perché il ragazzo era violento: l'aveva più volte presa a schiaffi e in una occasione le aveva addirittura spento una sigaretta su un braccio. Voleva convincerla a tornare insieme, prima attraverso messaggi possessivi (''Sei mia, non sei di nessun altro''), poi con toni sempre più minacciosi (''Non avrai vita lunga se non starai più con me'').

ARRESTO. Per tentare di sfuggirgli, la giovane si era trasferita a vivere a casa del padre, ma lui l'aveva trovata. A metà luglio l'ex fidanzato era stato arrestato dai carabinieri: la 17enne, che fino ad allora non lo aveva mai denunciato, aveva chiamato il 112 dopo che lui si era arrampicato fino a una finestra del suo appartamento al primo piano, e l'aveva afferrata per un braccio tentando di portarla via con sé. Il ragazzo aveva aggredito i militari ed era finito in manette per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Quello stesso giorno lei, accompagnata dal padre, aveva presentato un esposto per il reato di atti persecutori nei confronti del 25enne, e ieri il giudice ha emesso il provvedimento. Il giovane, che a meno di un mese dall'arresto era stato liberato con obbligo di dimora a Bologna e di reperibilità nelle ore serali e notturne, non è stato trovato a casa dalla polizia, che lo ha rintracciato in un altro appartamento. Per lui ci sarà dunque, con tutta probabilità, un aggravamento della misura cautelare. E se non rispetterà il divieto di avvicinarsi alla ragazza, sarà nuovamente arrestato.

DECRETO CONTRO IL FEMMINICIDIO. Il Governo ha varato proprio ieri un decreto a difesa delle donne che prevede l'allontanamento da casa dei mariti violenti e pene più severe per gli stalker.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento