Cronaca

"Ti sciolgo nell'acido!": in manette mentre è appostato davanti casa della ex

Sms, più di cento telefonate, minacce, inseguimento e a volte schiaffi e calci. Lei ha chiamato la polizia che lo ha arrestato in flagranza per atti persecutori

Sms, più di cento telefonate, minacce, inseguimento e a volte schiaffi e calci. Ieri sera è rimasto per più di tre ore davanti alla porta di casa - in centro a Bologna - della sua ex compagna, colpendo il portone e minacciando di scioglierla nell'acido. La donna di 47 anni, che aveva chiuso la relazione con l'uomo, marocchino di 31, più di un anno fa, ha chiamato la polizia che lo ha arrestato in flagranza per atti persecutori.

L'uomo si era presentato davanti all'appartamento della 47enne alle 19 di ieri sera, rimanendo davanti alla porta fino all'arrivo, alle 22.20, degli agenti del 113. Il marocchino aveva cercato da tempo di riallacciare il rapporto con la donna, e dopo una prima fase di ingiurie e percosse non denunciate, ha avuto un crescendo di comportamenti persecutori che hanno portato la 47enne a denunciare, il 18 dicembre scorso, l'ex compagno. "Il nuovo decreto antiviolenza - ha spiegato Stanislao Caruso, dirigente dell'Ufficio volanti - dà strumenti utili, sia per noi sia per la parte offesa, per contrastare un reato, quello di stalking, che è da tenere in considerazione con grande attenzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti sciolgo nell'acido!": in manette mentre è appostato davanti casa della ex

BolognaToday è in caricamento