Ritorna lo startup day Unibo-Coop: è il settimo | VIDEO

L'iniziativa, quest'anno online, mette in contatto tra loro studenti e professionisti, ricercatori e investitori

Arriva alla settima edizione lo 'Startup Day' all'Università di Bologna, l'iniziativa, portata avanti insieme con il sistema delle cooperative, che mette in contatto tra loro studenti e professionisti, ricercatori e investitori. L'appuntamento quest'anno, molto sentito come ripartenza post-Covid, è per mercoledì 19 maggio, dalle 10 alle 17.30, nell'ambito di una giornata, online, che in questi anni ha già riunito migliaia di persone a cavallo tra formazione e innovazione.

Come spiegano il rettore Francesco Ubertini e la sua delegata all'Imprenditorialità Rosa Grimaldi, insieme con il presidente di Almacube Alessandro Grandi e i vertici cooperativi coinvolti, la presidente di Aci Bologna Rita Ghedini ed Emiliano Galanti di Legacoop Romagna, quest'anno la call di avvio dello Startup Day ha registrato oltre 200 manifestazioni di interesse, tra le quali sono state selezionate le 30 idee che saranno protagoniste nella giornata del 19, con 400 studenti attivi di cui 250 già prenotati per i tavoli di lavoro.

Nel corso della giornata, saranno poi premiate le migliori idee emergenti delle 10 startup già costituite dopo la selezione che ha seguito la call. Oltre ai rappresentanti istituzionali, con diversi interventi riservati alle ambasciate italiane nel mondo per parlare di 'internazionalizzazione dei mercati', nella giornata del 19 interverranno rappresentanti di Confindustria, di Intesa Sanpaolo, di Enel, Google, Amazon, Ferrari, Crif, Deloitte Consulting e Plug and Play, tra i tanti altri.

Da parte loro, le coop partecipano con i loro progetti Think4food e Vitamina C, in particolare, con premi ai migliori giovani fino a 2.500 euro. I temi-chiave emergenti di quest'anno da cui sviluppare idee sono mobilità ed energia legata al clima, società inclusiva e cultura della creatività, digitale, cibo e bioeconomia, salute e 'studenti per l'Africa'. In tutto questo, per Ubertini e Ghedini c'è materiale più che utile anche per la prossima amministrazione della città, e in prospettiva della Città metropolitana, così come uscirà dalle elezioni amministrative del prossimo autunno.

Come evidenzia Ubertini a margine, "quello che ruota attorno all'Università e l'Università stessa devono essere al centro della futura agenda, ma qui oggi si va oltre e si parla di tessuto connettivo della città, di ecosistema in cui l'ateneo si relaziona con investitori e imprenditori per rendere competitivo il territorio; Bologna, che è già oggi un punto di riferimento, con la forza dell'evento che rilanciamo oggi - confida il rettore - conferma di avere ancora un potenziale importante da esprimere e sviluppare, come luogo di fortissima attrazione per i giovani brillanti".

Ci crede anche Ghedini, che assicura: "Siamo molto soddisfatti della collaborazione avviata in questi anni con l'Università e con le sue strutture. Rinnoviamo da sette anni la partecipazione allo Startup day perché ci interessa molto, come cooperatori, rivolgerci a studenti, ricercatori e docenti, all'insegna di un dialogo che favorisca l'innovazione. Più che mai, quest'anno tutto questo diventa fondamentale, viste le trasformazioni in atto nella società, nell'ambiente e nell'economia alla luce della pandemia".

Puntualizza quindi Ghedini: "Lanciamo sfide all'insegna della sostenibilità, in tutte le sue dimensioni e anzitutto nell'economia. La cura e la presa in carico dell'ambiente, le relazioni tra le persone sono al centro delle urgenze di oggi. Credo che l'agenda che ne scaturirà, diciamo, potrà essere utile anche alla futura amministrazione e al futuro sindaco". (Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Ritorna lo startup day Unibo-Coop: è il settimo | VIDEO

BolognaToday è in caricamento