Stazione, tre borseggiatori bloccati sui binari: due finiscono alla Dozza

Mani in tasca e nelle borse. Fermati dalla Polfer in borghese

Foto archivio

Sono stati arrestati dalla Polfer in borghese due cittadini tunisini, responsabili di un furto a un viaggiatore. La vittima, un uomo di Parma, nella giornata di martedì, stava salendo su un treno in partenza per Piacenza e ha notato i due stranieri avvicinarsi ai viaggiatori in coda per salire sul convoglio, e mentre il primo ha ostacolato la salita dei viaggiatori, il secondo da dietro ha prelevato il portafogli dalla tasca posteriore nascondendolo nella propria borsa.

I due, entrambi con precedenti di Polizia per reati specifici, hanno poi tentato di allontanarsi dalla stazione, ma sono stati immediatamente bloccati dai poliziotti in borghese, accompagnati in ufficio e arrestati. Uno dei due ladri è stato anche denunciato per ricettazione, perché trovato in possesso di una carta di soggiorno intestata ad un cittadino ecuadoriano, un telefono cellulare rubato e un libretto postale elettronico intestato ad una donna di Novara.

Processati per direttissima sono stati condannati con rito abbreviato alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione, 620 euro di multa, e  condotti alla Dozza.

Sempre martedì, la Polfer ha denunciato un cittadino nigeriano per tentato furto e ricettazione. Una viaggiatrice, seduta all’interno della sala d’attesa, aveva visto lo straniero infilare una mano nella sua borsa, così si è recata negli uffici della Polizia Ferroviaria e ha
sporto denuncia. All’interno dello zaino dello straniero, infatti, è stato trovato un passaporto di un cittadino gambiano, il suo numero telefonico e altri documenti. Il gambiano è stato subito contattato ed ha raggiunto l’Ufficio di Polizia dove ha sporto denuncia di furto, permettendo così anche l’attribuzione a carico del nigeriano del reato di ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento