Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Piazzale Anselmo Marabini

Stazione di Imola, ragazzino preso a pugni perchè 'guardava'. Lega: "Luogo senza regole"

Un minorenne è stato preso a pugni da un uomo presumibilmente magrebino mentre aspettava sul suo motorino che la sorella scendesse dal treno. La Lega attacca: "All'ordine del giorno spaccio e alcol"

Un episodio di violenza gratuita ieri nel tardo pomeriggio a Imola, davanti alla stazione dei treni. Un ragazzino che stava aspettando l'arrivo della sorella sul suo motorino è stato colpito da un pugno e steso a terra. Anche la sorella, che nel frattempo era arrivata e aveva assistito alla scena, è stata aggredita dall'uomo che poi è fuggito a bordo della sua bicicletta. Pare si tratti di uno straniero, ma i Carabinieri stanno indagando. Al vaglio andranno anche le riprese delle videocamere di sorveglianza.

Il Leghista imolese Daniele Marchetti commenta l'episodio violento: "In seguito all'aggressione avvenuta davanti alla stazione ai danni di un ragazzo ancora minorenne, la Lega Nord intende esprimere tutta la propria preoccupazione. Da tempo ormai denunciamo pubblicamente la situazione della zona stazione, un luogo in cui ognuno è libero di fare ciò che vuole. Spaccio, prostituzione e bivacco in balia dell'alcool sono all'ordine del giorno e sinceramente riteniamo opportuno che l'Amministrazione Comunale dia un segnale non rimanendo silente come al solito".

LA STAZIONE E' PERICOLOSA. "Ci piacerebbe sapere di cosa vivono tutte quelle persone che trascorrono la propria giornata tra il centro scommesse e la stazione ferroviaria, perennemente con una birra in mano. Un bel controllo della Polizia Municipale non guasterebbe. Quel posto è pericoloso, non ci sono dubbi su questo. Infine ci auguriamo che tramite la videosorveglianza si riesca a risalire una volta tanto all'aggressore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione di Imola, ragazzino preso a pugni perchè 'guardava'. Lega: "Luogo senza regole"

BolognaToday è in caricamento