Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Stop People Mover, non c'è una data di riavvio, il gestore: "Al lavoro per risolvere"

L'azienda fa sapere i motivi dell'interruzione, mentre l'opposizione attacca: "opera inutile e costosa"

Il People Mover di Bologna non ha ufficialmente una data di riavvio. A confermarlo indirettamente, oltre all'assessora Valentina Orioli questa mattina, è anche una nota della stessa azienda Marconi Express. Il gestore, che si scusa con i passeggeri per il disagio, informa che "lo stato del servizio sarà consultabile attraverso un avviso pubblicato nell'homepage dei siti Marconiexpress.it e Tper.it" (che al momento in cui si scrive risulta ancora sospeso, ndr).

La navetta di collegamento Stazione Aeroporto, partita questa estate dopo anni di ritardi, ha incontrato nelle ultime settimane diversi stop, più o meno lunghi. Questa volta però i problemi tecnici paiono essere più seri.

"Nel corso di ispezioni ordinarie -si legge in una nota Marconi Express- alcuni giunti hanno mostrato qualche scostamento di tolleranza. Ulteriori verifiche tecniche propedeutiche al riavvio dell'esercizio si svolgeranno entro la notte". Nonostante ciò, il gestore specifica che "lo scostamento non ha creato problemi di sicurezza" e che "le procedure prevedono comunque la massima attenzione e monitoraggi costanti".

Il Comune: "Gestore in attesa di certificazioni"

 In mattinata era stata l'assessora Orioli, durante un Question Time a dare i primi dettagli dello stop, raccogliendo la polemica delle opposizioni.

A seguito di un guasto a un veicolo lo scorso 4 settembre, spiega Orioli, il gestore del People Mover ha deciso che "non sono autorizzabili due dei tre veicoli" a disposizione per la monorotaia, "in attesa della certificazione da parte del costruttore". Sul tema rumore del People Mover, aggiunge l'assessore, ad oggi i livelli "sono conformi alla vigente normativa", sia di giorno sia di notte.

L'opposizione attacca: "opera costosa e inutile"

"Quindi non c'è una previsione di riavvio -attacca Stanzani- l'opera continua ad avere grandi criticità, che il Comune conferma in pieno". Sulla stessa linea Sassone. "Il servizio è fermo, pagheremo al concessionario 1,5 milioni di euro per i mancati introiti e i passeggeri pagano il prezzo intero del biglietto per avere però bus sostitutivi. Il Comune però nulla fa col gestore per risolvere i problemi di un mezzo inutile, costoso e rumoroso".

Di fronte all'ennesimo stop del People Mover "è doveroso un mea culpa" da parte del Comune di Bologna fa sapere la capogruppo di Forza Italia in Senato, Anna Maria Bernini. "Apprendo, non senza perplessità, che il People Mover di Bologna ha nuovamente problemi -commenta l'azzurra- due navette su tre sarebbero infatti ferme e il servizio è sospeso a data da destinarsi. Come Forza Italia non siamo mai stati, pregiudizialmente, contrari a questo tipo di opere: ma è evidente che il People Mover è partito male fin dall'inizio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop People Mover, non c'è una data di riavvio, il gestore: "Al lavoro per risolvere"
BolognaToday è in caricamento