Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Strada Maggiore

Strada Maggiore off-limits: 'Avvisati con ritardo, ma prima finiscono e meglio è'

Preoccupati, rassegnati, ma anche organizzati. Ecco le diverse anime di residenti e commercianti di Strada Maggiore alla vigilia della chisura per 6 mesi della strada: 'Non siamo degli invisibili'

Angosciati, rassegnati, incuriositi o organizzati. Queste le varie "anime" di commercianti e residenti alla vigilia della chiusura, per ben sei mesi, di Strada Maggiore per lavori di rifacimento del fondo stradale su cui passerà il Crealis, il filobus a guida vincolata.

Tempi lunghi e preoccupazione, anche per la sicurezza, di chi in quella strada passa, vive e lavora ogni giorno, aumentata anche dopo l'episodio di martedì sera, quando è stato fatto saltare lo sportello di Cassa Continua del Banco di San Geminiano e San Prospero, in piazzetta Carabinieri, un episodio ancora da chiarire. La questione era già stata sollevata dall'On. Filippo Berselli con un vero e proprio tormentone: "Arrangiatevi!"

"Arrabbiata? Un po' preoccupata piuttosto, non sappiamo cosa succederà, sarà una sorpresa, certo i tempi sono molto lunghi, gli autobus chissà... - è la voce di un'anziana residente, in fila al banchetto informativo - spero che la strada non diventi un deserto perchè altrimenti sarà anche poco sicura".  E i parcheggi? I residenti potranno parcheggiare in altre zone gratuitamente: "Se si troverà, siamo in tanti" dice un signore residente in via Quadri.

C'è però chi si organizza, come ad esempio "Zoo", lo spazio che ospita pasticceria, libreria e negozio di giocattoli: "Collaboreremo con vicolo Bolognetti nei Kids Stage - dice Noemi a Bologna Today - e cercheremo di sfruttare la chiusura della strada con le aperture serali, sdraio sotto il portico ed eventi legati allo skate, con Captain Santors, costruttore di decks, pezzi unici e adatti anche ai bambini, grazie a un sistema a molla".

"Non so cosa ci aspetta - ci dicono da Yogurtalia - abbiamo aperto da pochi mesi e ovviamente il pedone che acquistava da noi e poi prendeva l'autobus non passerà più".

"I miei clienti non vengono qui in macchina" ci dice Paolo, toscano da 40 anni libraio in Strada Maggiore "ho già vissuto la chiusura 30 anni fa, eravamo preoccupati e abbiamo lavorato di più... Ora i tempi sono diversi, la gente non ha soldi... Io sono per la chiusura totale del centro storico, dalla porta in giù, in questa strada non si vive per il rumore e l'inquinamento, la soluzione sarebbe l'asfalto su tutta la via, ma mi pare di capire che rimetteranno i lastroni, siamo nel 2014 e vogliamo restare nel medioevo..."

"Angosciati" al Caffè dei Servi e alla Parafarmacia di fianco "da quando lo abbiamo saputo pensiamo a un disastro. In un momento di crisi così particolare, chi è che ha studiato questo metodo? Si poteva chiudere a tratti..."

Dal Quadrilatero a Strada Maggiore, Paolo ha una macelleria: "Ho deciso di chiudere la mia carriera nel negozio più antico di Bologna, ha 163 anni, cosa ne penso della chiusura? Prima finiscono e meglio è... Pare che via Fondazza e via Torleone diventeranno a doppio senso con semaforo, i miei fornitori consegneranno come una volta, a spalla... Ci siamo incontrati, abbiamo fatto richieste, i lavori vanno fatti, inutile stare ad arrabbiarsi..." Ma davvero nessuno è tanto arrabbiato in Strada Maggiore? "Vada più avanti che li trova" ci dice una cliente di Paolo.

Di diverso avviso da Microttica: "Siamo stati avvertiti troppo tardi, non abbiamo potuto organizzare gli acquisti. Non siamo un negozio di alimentari che si approvvigiona giorno per giorno, il sole lo compriamo a ottobre". La signora è anche residente in via Fondazza, altro problema, parcheggi, residenti e trasporti: "poco male per me, ma abbiamo chiesto una navetta per chi non abita vicino, da via Rizzoli fino alla porta, ma per ora nulla. Non siamo degli invisibili, certo i lavori sono da fare, ma è mancato un incontro tra commercianti e residenti, bisogna ascoltare anche le nostre idee e le nostre proposte, per non parlare del problema sicurezza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada Maggiore off-limits: 'Avvisati con ritardo, ma prima finiscono e meglio è'

BolognaToday è in caricamento