rotate-mobile
Cronaca

Bimbo morto travolto da un'auto all'asilo. Larghetti: "Servono strade scolastiche"

Il commento della delegata alla Sicurezza stradale dopo l'incidente a L'Aquila

Strade scolastiche in tutte le scuole. È quello che chiede Simona Larghetti, consigliera comunale e metropolitana con delega alla Sicurezza stradale, dopo il tragico incidente dell'Aquila, dove un bambino è morto nel cortile della scuola investito da un'automobile.

"Se fossimo un Paese normale dopo la morte di un bimbo di 4 anni, l'età di mia figlia dio mio, e il grave ferimento di altri 4, procederemmo subito con un provvedimento urgente per pedonalizzare tutte le aree davanti alle scuole", scrive Larghetti sui social.

"Ma l'altare dell'autodipendenza e del'autocentriamo non ne ha mai abbastanza di vittime sacrificali. Ora si affanneranno tutti a dire che è stata una drammatica fatalità, ma non è così, la violenza stradale in Italia è la seconda causa di morte per i bambini e bambine, e ogni giorno vediamo l'inferno davanti alle scuole, con comportamenti assurdi e rischiosissimi da parte di genitori e personale che accede in auto a pochi metri da dove si muovono i piccoli".

"Non mi fermerò – conclude – finché non avremo strade scolastiche in tutte le scuole, dovessi avere 90 anni quando succede".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo morto travolto da un'auto all'asilo. Larghetti: "Servono strade scolastiche"

BolognaToday è in caricamento