Cronaca Centro Storico / Viale Pietro Pietramellara

Strage del 2 Agosto: oggi Bologna commemora le vittime dell'esplosione del 1980

Sono cominciati nella primissima mattinata gli eventi commemorativi legati alla memoria della strage del 2 agosto 1980: oggi, la memoria va a una pagina indelebile della storia della città

Una data indelebile per la città di Bologna come per tutta l'Italia: oggi 2 agosto, XXXIII anniversario della strage alla stazione: giornata in memoria delle vittime di tutte le stragi. Le commemorazioni sono cominciate dalle 6.30 alle 8.30 al parco della Montagnola di piazza VIII Agosto con arrivo da tutta Italia delle staffette podistiche "Per non dimenticare". IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA DI COMMEMORAZIONE

1980: IL VIDEO DELL'ESPLOSIONE

La mattinata del ricordo è iniziato in Sala del Consiglio di Palazzo d'Accursio con l'incontro con l'Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, le Autorità ed i rappresentanti delle città, degli enti e delle associazioni aderenti alla manifestazione. Interverranno il sindaco di Bologna Virginio Merola, il presidente dell'Associazione familiari vittime strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, Paolo Bolognesi e il Ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio, che ha affermato "Rappresento il Governo in modo sincero. La Repubblica deve molto a Bologna, vi deve l'intuizione di chi vuole cambiare il segno".

PAOLO BOLOGNESI: POSSIBILE ARRIVARE AI MANDANTI. "Arrivare ai mandanti è possibile, non è una chimera''. Lo ha detto il presidente dell'Associazione vittime della strage di Bologna, Paolo Bolognesi, parlando in Consiglio comunale per la commemorazione della strage della stazione. ''Analizzando i documenti processuali a 360 gradi questa possibilità c'è tutta''. ''Questa vicenda criminale e politica del nostro Paese può essere ricostruita in tutti i suoi dettagli e questo è estremamente importante per la democrazia e per il futuro del nostro Paese''.

IL SINDACO: CONTINUEREMO A MANIFESTARE FINO ALLA VERITA'."La presenza del ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio e, lo scorso anno, quella del ministro, allora dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, rappresenta da parte del Governo ''una ritrovata sensibilità e attenzione ad una vicenda che ha bisogno di essere chiarita''. Lo ha detto, aprendo le celebrazioni per il 33/o anniversario della strage alla stazione di Bologna, il sindaco della città emiliana Virginio Merola. Una ''vicenda che ha bisogno di essere chiarita - ha sottolineato - perché si affermi la convinta convivenza civile tra italiani''. Quella di oggi, ha aggiunto Merola, è una ''manifestazione che continueremo a fare finché non sarà ristabilita la verità e la giustizia di cui questo Paese ha bisogno''.

PALMA COSTI: "MI DISSOCIO DA QUELLO CHE HA DETTO FILIPPI". "Mi dissocio completamente dalle parole del consigliere regionale Fabio Filippi''. Palma Costi, presidente dell'Assemblea legislativa regionale, ha commentato così, a margine della cerimonia per la commemorazione della strage di Bologna, le affermazioni del consigliere regionale del Pdl che ieri, a proposito della strage, ha detto che non fu né fascista né di Stato. ''La posizione dell'Assemblea legislativa - ha detto - la esprime il presidente e, in quanto tale, mi dissocio dalle sue parole sulla strage del 2 agosto e sul presidente dell'associazione dei familiari delle vittime Paolo Bolognesi''.

DEL RIO: RISARCIMENTO ALLE FAMIGLIE DELLE VITTIME. "Contiamo di garantire, nel prossimo decreto sicurezza, l'inserimento del provvedimento relativo ai risarcimenti'' per i familiari delle vittime". Lo ha affermato, in un passaggio del suo intervento alle celebrazioni per il 33/o anniversario per la strage alla stazione di Bologna, il ministro per gli Affari Regionali, Graziano Delrio. Parlando di fronte ai familiari delle vittime della bomba esplosa il 2 agosto 1980 (85 morti e 200 feriti), Delrio ha aggiunto che ''in poche settimane, al massimo in pochi mesi risolveremo questo problema. Questo è un impegno che ci prendiamo - ha aggiunto - dobbiamo onorare impegni che prendiamo e non possiamo fare promesse che non possiamo mantenere. Finalmente - ha concluso - va a compimento un atto dovuto, un concreto riconoscimento'' per i familiari delle vittime.

Epifani depositerà corone di fiori in memoria delle vittime: alle 10 in Piazza Medaglie D'Oro per l'intervento del presidente dell'Associazione familiari vittime della strage alla stazione, Paolo Bolognesi, e del sindaco Virginio Merola“

L'allenamento del Bologna oggi si è aperto con un minuto di silenzio in memoria delle 85 vittime della strage alla Stazione del 2 agosto 1980.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage del 2 Agosto: oggi Bologna commemora le vittime dell'esplosione del 1980

BolognaToday è in caricamento