Strage di Bologna: il covid cambia le celebrazioni del 2 agosto

La bozza di programma per il 40° anniversario della strage alla stazione. Si attendono le ulteriori disposizioni anti-contagio

Sebbene il programma non sia ancora definitivo, le cerimonie per commemorare il 40° anniversario della strage del 2 agosto saranno completamente diverse. Per rispettare le esigenze di sicurezza sanitaria, il clou si terrà in Piazza Maggiore. Non si terrà l'incontro in Sala rossa, in presenza del Consiglio comunale, dei parenti delle vittime e del rappresentante del Governo: tutto si sposta tutto nel cortile di Palazzo D'Accursio.

Non verrà allestito neanche il palco in piazzale Medaglie d'oro, davanti alla stazione, che quest'anno verrà intitolata alle vittime della strage del 2 agosto 1980. 

E' previsto un corteo di autobus per portare in stazione i parenti delle vittime: due o tre mezzi, con in testa, con tutta probabilità, il 'mitico' bus 37 che il giorno dell'esplosione trasportò i feriti e che è stato restaurato. Davanti alla lapide, in stazione, si terrà la deposizione delle corone e il minuto di raccoglimento.

In piazza Maggiore, sul palco si esibirà l'orchestra per il tradizionale concerto serale che potrà ospitare fino a 70-80 persone.

Il Comune è ancora in attesa delle ulteriori disposizioni anti-contagio che dovrebbero arrivare a metà mese di luglio e che potranno eventualmente modificare la bozza di programma discusso nelle ultime ore tra i parenti delle vittime, il Comune di Bologna e gli uffici della Prefettura. 

Paolo Bolognesi, presidente dell'associazione dei familiari, dunque dovrebbe pronunciare il suo discorso in piazza Maggiore sul palco assieme alle autorità e ai parenti, parlando nel posto che la sera del 2 agosto sarà occupato dal direttore d'orchestra. I parenti avranno ovviamente la precedenza nelle possibilità di assistere ai momenti dal vivo. (dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento