rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Strage di Bologna, la difesa Bellini: "Quel video? Siamo sicuri sia il 2 Agosto?"

Arringa difensiva per il principale imputato nel processo sulla strage. Attesa già per aprile la sentenza

Il filmato del turista Harold Poltzer "è stato costruito con tagli e incollature, con immagini di altre situazioni, e il fatto che nel video ci sia l'orologio della stazione fermo alle 10:13 non significa nulla, perché non c'è la data". Inoltre, "a che ora è stata girata la scena dell'anonimo? C'è il fumo? No. Quanto tempo era passato dall'esplosione? E poi siete sicuri che era il 2 agosto?".

Strage Bologna: "C'è una vittima che ancora urla, ogni dieci minuti"

A mettere in dubbio il fatto che il video girato in stazione a Bologna risalga proprio al 2 agosto 1980, giorno della strage che causò la morte di 85 persone e il ferimento di oltre 200, è Manfredo Fiormonti, uno dei legali di Paolo Bellini, imputato in Corte D'Assise a Bologna per concorso nell'attentato. Il video del turista svizzero, nel quale, secondo la Procura generale, appare un uomo che sarebbe proprio Bellini (riconosciuto anche dall'ex moglie Maurizia Bonini), rappresenta la prova principale dell'accusa a carico dell'ex esponente di Avanguardia nazionale, e nella sua arringa Fiormonti tenta di smontare questa prova, affermando che l'unica persona in grado di fugare ogni dubbio sarebbe proprio Poltzer, che però è morto nel 2015.

Strage di Bologna, la requisitoria del procuratore generale: "Depistaggi e legami estrema destra-servizi assodati"

"Nessuna indagine sull'origine del video"

Il legale evidenzia che "non è stata fatta nessuna indagine sul video amatoriale girato in stazione", ricordando anche che "Poltzer non è mai stato sentito, e nemmeno sua figlia, nonostante la nostra richiesta alla Procura generale di individuare i familiari di Poltzer presenti in stazione". Il problema, sintetizza quindi Fiormonti, "non è la provenienza del video, ma la veridicità delle immagini in stazione, che solo Poltzer poteva spiegare, e lo stesso può dirsi delle immagini successive, che sono state montate, con la gente ferita e il resto". Infatti, conclude il legale, "su un fotogramma di quelle immagini è fondata l'accusa a Paolo Bellini, ma se quelle immagini fossero state girate il 23 o il 29 luglio?". 

Processo strage di Bologna, ex moglie Bellini: "Gli fornii alibi, poi crisi di coscienza"

Arringhe difensive finite: sentenza forse già in aprile

Le arringhe dei difensori degli imputati Paolo Bellini, Piergiorgio Segatel e Domenico Catracchia sono terminate, e a questo punto il processo sulla strage del 2 agosto 1980 in corso in Corte d'Assise a Bologna è davvero a un passo dalla conclusione. Il presidente della Corte, Francesco Caruso, poco fa ha fissato per venerdì 1 e lunedì 4 aprile le ultime due udienze, che saranno riservate alle repliche e alle eventuali controrepliche. Il 4 aprile, una volta terminate le controrepliche dei difensori, la Corte si ritirerà in camera di consiglio, e in giornata potrebbe già arrivare la sentenza.

Processo strage di Bologna, Bellini in aula: "Delitto infame, io non c'entro"

Nel pomeriggio ha parlato, in difesa di Bellini, l'avvocato Antonio Capitella, che ha concluso il suo intervento spiegando alla Corte di "aver impiegato quattro mesi per decidere di difendere" l'ex esponente di Avanguardia nazionale. "Ho voluto leggere le carte, perché avevo detto che non avrei mai difeso uno stragista", ha detto il legale, aggiungendo di essersi convinto ad assumere l'incarico "perché lo ritengo innocente. L'ho fatto con tutta la passione possibile, a rischio della mia salute. La mia fatica finisce qui, adesso tocca a voi". Ora, ha concluso Capitella con la voce rotta dal pianto, "fate giustizia, assolvete Paolo Bellini e che Dio vi illumini". Dopo di lui ha preso la parola il suo collega Manfredo Fiormonti, che associandosi alla richiesta di assoluzione ha affermato che Bellini "è un ladro e assassino, ma non uno stragista", aggiungendo che "questo è stato un processo pieno di suggestioni, in cui si è partiti dal presupposto che Bellini è colpevole. Noi- ha concluso Fiormonti- riteniamo invece che sia innocente, e il processo ha dato la prova che è innocente". (Ama/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Bologna, la difesa Bellini: "Quel video? Siamo sicuri sia il 2 Agosto?"

BolognaToday è in caricamento