menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Note 'pista' palestinese su strage Bologna: 'Guarda caso, proprio ora che si indaga su mandanti'

Per il presidente dei familiari le due note del Sismi rinvenute dallo storico Pacini sarebbero 'carte eipotesi che non hanno neanche la dignità della pista'

"Il problema per chi sta tirando fuori 'ste menate è uno solo: che adesso si sta facendo un'indagine seria sui mandanti che sta portando risultati di un certo tipo, di conseguenza saltano fuori queste storielle. Tutta questa roba è di nessun valore e viene fuori al momento opportuno". Paolo Bolognesi, presidente dell'Associazione familiari delle vittime della strage del 2 agosto, commenta così all'Adnkronos i due documenti del Sismi che riaprono la 'pista palestinese' e che farebbero riferimento a minacce di attentati all'Italia da parte del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp) a ridosso delle stragi di Bologna e Ustica. La polemica si riaccende così, proprio all'indomani del 39esimo anniversario della strage alla stazione di Bologna, dove morirono 85 persone e 20 rimasero ferite.

I documenti sono stati scoperti per caso dal ricercatore Giacomo Pacini fra le carte del processo per la bomba in piazza della Loggia a Brescia. "Sono cose trite e ritrite, e Pacini dovrebbe fare lo storico non il mestatore, sarebbe ora che andasse a studiare, gli farebbe bene alla salute", sottolinea Bolognese. "La cosiddetta pista palestinese - conclude - è un insieme di carte e di ipotesi che non hanno neanche la dignità della pista".

Strage 2 agosto, racconto shock di un sopravvissuto: "Mi risvegliai sotto un treno"

Nelle due note, informative ritenute provenienti da una centrale Sismi a Beirut, si fa riferimento a minacce di attentati all'Italia da parte del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp) a partire dal 15 maggio 1980. I documenti, ancora coperti dal segreto di stato ma comparsi in circostanze ancora tutte da chiarire in una versione digitale di un fascicolo processuale legato a un'altra strage, quella di piazza della Loggia, sono stati rinvenuti da Pacini e citate in un libro sul Lodo Moro, edito nel 2018.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento