Nuova destinazione area Bertalia-Lazzaretto: ok a nuovi studentati

Ora si passa alla fase di approvazione e il Comune conta di concluderla entro la fine dell'anno

Possibilità di costruire (anche) nuovi studentati nelle aree con destinazione residenziale del comparto Bertalia-Lazzaretto, nel quartiere Navile, in parte già interessato da un nuovo insediamento dell'Università.

Lo prevede una variazione al Poc - Piano Operativo Comunale - presentata oggi in commissione dalla vicesindaca (con delega all'Urbanistica) Valentina Orioli. Si tratta di una questione "solo normativa, che non comporta variazione grafiche al progetto", afferma Orioli. In pratica "si propone l'aggiunta della destinazione d'uso 1B, cioè abitazioni collettive- spiega la vicesindaca- in tutti gli ambiti che prevedono usi residenziali. A dotazioni e a servizi invariati, si può quindi immaginare la realizzazione sia di residenze tradizionali che collettive di vario genere, dagli studentati ai collegi e anche al senior housing".

Si creerebbero quindi "le condizioni per avere l'uso 1B per l'allocazione di studentati", aggiunge Davide Fornalè del settore Urbanistica. Nel comparto, ad oggi, la destinazione residenziale riguarda il 78% della potenzialità edificatoria complessiva "e questa variante darebbe la possibilità, nei lotti non attuati- spiega Fornalè- di insediare questo uso". Con la delibera "non si sostituisce alcun uso ma si dà la possibilità di integrarli e di affiancare anche l'1B", aggiunge. Per quanto riguarda i tempi, una volta adottata la variante si passerà alla fase di approvazione e il Comune conta di concluderla entro la fine dell'anno: a quel punto "si potranno presentare i permessi di costruire con già la nuova destinazione", riferisce il tecnico.

La scorsa settimana "in Giunta è stata anche votata una delibera che riguarda l'interramento di una linea di media tensione- segnala Orioli- che di fatto serve a sbloccare il grande cantiere dell'Università, che nel frattempo è andata in gara e ha aggiudicato i lavori di tutto l'insieme di edifici che realizzerà al Lazzaretto. Credo che questo tipo di intervento sia decisivo per far muovere intorno i lotti privati". Per Orioli, "credo che la sinergia di tutte queste decisioni e delibere che andiamo assumendo possa dare nuovo impulso a questa zona della città, che è partita timidamente- afferma la vicesindaca- ma sull'asse est del comparto, dove è vicina alla città esistente e alla sede attuale di Ingegneria, in realtà si sta già consolidando. Quindi è un'area che comunque è partita e che speriamo possa trarre un nuovo impulso grazie a queste decisioni".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento