menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimborsi sostegno agli affitti, gli studenti universitari: "Con questi criteri, esclusi in tantissimi"

Nel mirino della consulta regionale è soprattutto l'incompatibilità degli aiuti con la eventuale borsa di studio incassata. Bene invece per la tempestività del provvedimento

Il rimborso dell'affitto ai fuorisede si basa su requisiti che di fatto "escludono tantissimi studenti", a partire dalla "incompatibilità con la borsa di studio". A dirlo è Andrea Giua, presidente della Consulta regionale degli studenti dell'Emilia-Romagna, che punta il dito contro il decreto ministeriale a cui la Regione si è adeguata per il bando di sostegno avviato oggi.

"Ringrazio la Regione per essersi adoperata in brevissimo tempo per la pubblicazione del bando -afferma Giua- così da mettere queste risorse a disposizione degli studenti. Il bando viene pubblicato a meno di 20 giorni dall'arrivo del decreto ministeriale che ha sbloccato i fondi e questo è un segnale importantissimo".

Però, critica il presidente della Consulta degli studenti, "i requisiti fissati dal decreto ministeriale, cui la Regione è costretta ad adeguarsi, sono totalmente inadatti ed escludono ingiustamente tantissimi studenti e studentesse".

In particolare, attacca Giua, "l'incompatibilità con la borsa di studio inserita dal decreto è incomprensibile. Così non si tiene conto in alcun modo di eventuali gravi mutamenti nella posizione reddituale di coloro che già prendono la borsa di studio e che avrebbero bisogno di ulteriore aiuto per proseguire gli studi".

Secondo la Consulta degli studenti emiliano-romagnoli, dunque, "si tratta di un decreto arrivato molto in ritardo rispetto alle previsioni e distante dalle reali necessità degli studenti. Rischiamo, paradossalmente, di non poter impiegare tutti i fondi perché tantissimi cadranno in incompatibilità. Siamo in attesa che il Ministero sblocchi anche i fondi previsti dalla legge di bilancio 2021: speriamo che nel prossimo bando si riesca a risolvere queste storture e a costruire un bando più utile a studenti e studentesse che versano in gravi difficoltà economiche", conclude Giua. (San/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento