menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Bologna in gita a Venezia, conto a tre zeri al ristorante: due denunce alla Gdf

Un gruppo di ragazzi giapponesi in soggiorno-studio a Bologna hanno 'scucito' 1400 euro per bistecche e pasta al pomodoro

Sono state presentate due distinte denunce alla Guardia di Finanza di Bologna in merito al pranzo da 1.100 euro che nella giornata di venerdì ha visto protagonisti 4 ragazzi giapponesi in soggiorno-studio a Bologna che hanno consumato altrettante bistecche, una frittura di pesce, acqua e coperto in un locale non distante da piazza San Marco.

Alle fiamme gialle sarebbe stata presentata anche una segnalazione ufficiale di altri ragazzi, sempre della stessa comitiva, che si sarebbero viste chiedere 350 euro per 3 pastasciutte a base di pesce in un altro ristorante del centro storico.

A sollevare il caso è stato l'esponente dalla piattaforma civica locale del Gruppo 25 Aprile, Marco Gasparinetti che oggi consegnerà tutte le prove documentali in suo possesso, tra cui foto degli scontrini, ricevuta dell'avvenuto pagamento del conto al Comando della polizia locale di Venezia. 

"Puniremo i responsabili". La volontà dell'amministrazione comunale è di andare fino in fondo: il sindaco Luigi Brugnaro in un tweet domenica ha sottolineato come "se la vicenda sarà dimostrata, puniremo i responsabili. Siamo per la giustizia". Una volta che le carte saranno nelle mani del comandante del Corpo, Marco Agostini, scatteranno gli accertamenti. L'effettiva esistenza delle denunce è stata confermata anche dal Comando della guardia di finanza di Bologna. 

Aggiornamenti su Venezia Today

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento