Cronaca Via Magistrini

Castel Maggiore, disoccupato con debiti di gioco tenta il suicidio: salvato in extremis

Era in stato confusionale, già preparato il cappio, quando lo hanno trovato i carabinieri, mentre si era appartato in una zona industriale deciso ad impiccarsi

Sventato un tentativo di suicidio da parte di un 50enne della provincia di Bologna, che ieri, dopo essersi allontanato da casa, aveva deciso di farla finita impiccandosi.

Ad evitare il peggio sono stati i Carabinieri, che transitando nella zona industriale di via Magistrini a Castel Maggiore, lo hanno trovato in stato confusionale a bordo di una Fiat Punto parcheggiata lungo la strada, con una corda, alla quale era stato fatto un cappio, appoggiata sul sedile del passeggero.

La circostanza, fin troppo evidente, è stata confermata dall’interessato che si è poi abbandonato ad uno sfogo liberatorio con i militari. La perdita del lavoro, aggravata da una serie di debiti maturati a causa del gioco e l’insicurezza di garantire un futuro sereno alla moglie e al figlio, sarebbero state le ragioni che hanno indotto l’uomo a pianificare l’insano gesto. Più tardi, il 50enne è tornato a casa in compagnia dei propri cari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel Maggiore, disoccupato con debiti di gioco tenta il suicidio: salvato in extremis

BolognaToday è in caricamento