menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Saragozza: morto il minore sparato con la pistola del papà

I medici avevano preparato la famiglia al peggio: ieri il giovane era stato trasportato al Maggiore in condizioni disperate dopo essere stato trapassato da un proiettile, partito dall'arma del padre

Non c'è stato nulla da fare per il 17enne che ieri si è sparato con una pistola nel suo appartamento di via Saragozza. Morto dopo 24 ore di agonia. I medici avevano preparato la famiglia al peggio già da ieri, quando il minorenne era stato trasportato in condizioni disperate e ricoverato in rianimazione.

Trapassato da un proiettile partito da un'arma di proprietà del padre, custodita legalmente ma lasciata in modo da essere accessibile al figlio minorenne. Dai primi accertamenti effettuati dai carabinieri, coordinati dal Pm Marco Mescolini, si è escluso il coinvolgimento di terzi, e sembra essere remota anche la possibilità di un fatale incidente. Si suppone, piuttosto, che il grilletto sia stato schiacciato volontariamente dal minore, che ha così cercato il suicidio.

Non sono tuttavia stati trovati biglietti, così come non stati riferiti particolari problemi del ragazzo. A scoprire l'accaduto, verso mezzogiorno, era stata la famiglia del giovane, due noti professionisti bolognesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento