Si cosparge di alcol e si da fuoco in via Indipendenza: "Non ho nulla, voglio morire"

Gesto disperato di un tunisino: ieri in pieno centro ha tentato il suicidio sotto gli occhi di alcuni connazionali, che lo hanno salvato spingendolo in un fontana. Ustionato al 50%

Dramma ieri sera nel pieno centro di Bologna, dove un tunisino di 29 anni, preso dalla disperazione, ha tentato il suicidio dandosi fuoco sotto gli occhi atterriti di alcuni connazionali. E' accaduto intorno alle 21 in via Indipendenza, nei pressi della scalinata del Pincio.

FRASI DISPERATE, POI LE FIAMME. "Basta sono distrutto. Non ho nulle, voglio morire" queste le parole che hanno preannunciato il gesto estremo. Dopo aver farfugliato nella sua lingua frasi sconnesse, l'uomo si è tolto la maglia e dopo aver estratto dallo zaino che aveva in spalla una bottiglia di alcol si è cosparso del liquido infiammabile quindi ha appiccato il fuoco con un accendino. Le fiamme lo hanno immadiatamente avvolto. Soccorso in extremis dai sanitari del 118, l'uomo è stato trasportato all'ospedale Maggiore riportando vaste bruciature di secondo e terzo grado al tronco, all'addome e alle braccia. In serata è stato trasferito al centro ustionati dell'ospedale di Parma. Il 50% del corpo è rimasto ustionato, ma non sarebbe in pericolo di vita.

SPINTO IN UNA FONTANA, SOCCORSO DA PASSANTI. A dare l'allarme un paio di cittadini extracomunitari, che erano presenti sul luogo. Gli stessi testimoni hanno prestato i primi soccorsi al ragazzo, avvolto dalle fiamme nella parte superiore del corpo, spingendolo all'interno di una piccola fontana che si trova ai piedi della scalinata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto è sopraggiunta anche Polizia, che ha parlato con i connazionali presenti al fatto, i quali hanno raccontato l'accaduto.
Il tunisino era già noto alle forze dell'ordine, alle quali aveva fornito 'alias' diversi, soprattutto per reati di droga.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

Torna su
BolognaToday è in caricamento