menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Zampieri, impiegato si spara: paura di perdere il lavoro e difficile situazione familiare

59 anni, si occupava di madre e cugino disabili. Secondo chi lo conosceva era preoccupato per il suo lavoro: si è sparato nella sua casa, in via Zampieri

Una brutta notizia, l'ennesimo suicidio in città: a darne notizia è l'agenzia AdnKronos, ma si attendono notizie più dettagliate. Un 59enne si è ucciso a Bologna senza lasciare biglietti per spiegare il suo gesto. Secondo alcuni conoscenti, l'uomo, che si occupava della madre e di un cugino entrambi disabili, pare fosse preoccupato di perdere il lavoro di impiegato al Tar.

Custode della portineria del Tar di Bologna, si e' ucciso sparandosi con una pistola che deteneva legalmente. Il fatto e' avvenuto intorno alle 18 del 30 aprile, nella sua casa di via Zampieri, in zona Bolognina, dove sono intervenute due volanti della Polizia, ma la notizia e' stata diffusa solo oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 Marzo: 5 donne "speciali" che hanno fatto la storia di Bologna

social

Sanremo: la scaletta della finale del Festival

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento