Suona il campanello durante perquisizione anti-droga: arrestato per spaccio

L'uomo ha insistito per entrare, ed è rientrato nel controllo in casa di due sospetti spacciatori: addosso diverso stupefacente

Ha insistito per entrare, nonostante i carabinieri cercassero di mandarlo via, ed è finito anche lui arrestato per spaccio. Triplice arresto da parte dei militari di San Ruffillo, che in un appartamento l'altra sera hanno trovato indizi circa una presunta attività di spaccio, confermata da una perquisizione.

Da qualche giorno stavano infatti arrivando segnalazioni circa un sospetto viavai da e per l'abitazione di una coppia: un 26enne e una 25enne, entrambi cittadini italiani, lui di origini baresi, lei proveniente da Taranto.

Entrati nell'abitazione, i carabinieri hanno poi avviato la perquisizione domiciliare, trovando alla fine circa 200 grammi di hashish e 35 grammi di marijuana, oltre a 1170 euro in contanti.

E' stato però durante l'accertamento che alla porta di casa ha suonato il terzo giovane, un 28enne, cittadino italiano e residente a Bologna, di origini straniere. Il 28enne si è annunciato come addetto alla consegna delle pizze, e quindi i militari inizialmente hanno cercato di farlo allontanare. Il ragazzo però ha insistito, e alla fine in qualche modo è entrato nell'abitazione, trovando però l'amara sorpresa di un controllo dell'Arma in corso.

E' toccato quindi anche al 28enne, a sua volta, essere identificato e perquisito. E qui una nuova sorpresa. Addosso al giovane sono stati trovati 5 grammi di cocaina, due pastiglie di metanfetamine e 7 grammi di hashish. A questo punto, i militari sono andati anche a casa del sedicente fattorino, in San Donato, per una ulteriore perquisizione, trovando qualche altro grammo di sostanza e un bilancino di precisione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine degli accertamenti i ragazzi, che risultano tutti incensurati, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio e posti ai domiciliari, in attesa della direttissima in tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Crollo via del Borgo, Francesco muore a 22 anni. Il Comune: "Un dolore per tutta la città"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento