Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Làbas offre tamponi sospesi a chi lavora senza tutele: "La nostra idea di salute" | VIDEO

L'iniziativa del Laboratorio di Salute Popolare, in collaborazione con Adl Cobas e Riders Union, ogni giovedì dalle 17.30 alle 19.30

 

Il Laboratorio di Salute Popolare di Làbas, in vicolo Bolognetti, offre tamponi rapidi gratuiti per le lavoratrici e i lavoratori senza tutele. 

L'iniziativa, realizzata con la collaborazione di Adl Cobas Emilia Romagna e Riders Union Bologna, è partita giovedì scorso e continuerà ogni giovedì dalle 17:30 alle 19:30 nel quadriportico del centro sociale.

Per fare un tampone è necessaria la prenotazione: "Al momento la raccolta fondi sta andando molto bene – spiega Marika, medica del Laboratorio di Salute Popolare – abbiamo comprato 300 tamponi e non ci siamo posti un limite: finché ci saranno tamponi, e donazioni, noi andremo avanti. L'idea è quella che chi può permettersi di fare un'offerta, libera, la fa, così si lascia la possibilità di avere un tampone sospeso a chi non ha la possibilità". 

"Ad un anno esatto dall'inizio della pandemia – prosegue – ci sono ancora migliaia di lavoratori e lavoratrici che non hanno accesso a screening efficaci, nonostante magari le loro aziende abbiano visto aumenti di fatturato. Questo non è accettabile. Grazie alla collaborazione di Riders Union e Adl Cobas, speriamo di arrivare a più lavoratori e lavoratrici possibile".

Le donazioni

Ogni tampone sospeso è sostenuto grazie alle offerte libere e alle donazioni che si possono effettuare tramite PayPal o direttamente all’IBAN IT91I0501802400000016993578 intestandolo a: Laboratorio Salute Popolare, con causale "donazione per tampone sospeso".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento