Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Galliera

Tari a Galliera: riduzioni per le imprese e contributi per le famiglie

Il vice sindaco Sabattini : "Abbiamo voluto portare nei fatti un sostegno al tessuto produttivo locale, quanto deciso vuole essere una attenuazione dell’impatto finanziario sulle categorie commerciali colpite dall’emergenza Covid-19 e contribuire alla ripartenza delle imprese."

"Nonostante siano cresciuti i costi di gestione della raccolta rifiuti a Galliera, l’amministrazione comunale applica sgravi alle imprese, nuclei familiari numerosi e famiglie a basso reddito per complessivi 86.000 euro." Così fa sapere il Comune di Galliera che ha approvato il nuovo piano tariffario relativo alla tassa rifiuti, che stabilisce   l’importo della Tari delle utenze domestiche e non domestiche per il 2021.
Il consiglio comunale del 30 giugno oltre all’approvazione del piano ha visto anche il via libera del nuovo regolamento comunale per la disciplina della Tari, l’assessore al Bilancio Diego Baccilieri ha illustrato le novità della tariffazione ed il percorso che ha guidato l'Amministrazione comunale nel tentativo di non creare situazioni di difficoltà in un momento di forte instabilità economica causata dalla pandemia.

"Per quanto riguarda le attività economiche" – spiega Baccilieri - "le riduzioni applicate per agevolare la ripresa post-covid sono stimate complessivamente in 66.000 euro, e porteranno ad uno sgravio dal 30% fino al 60% alle imprese: il 60% viene applicato ad attività come alberghi, e pubblici esercizi quali pizzerie, pub, ristoranti, trattorie, bar, ... particolarmente interessati dalle chiusure mentre il 30% viene applicato ad uffici, agenzie, studi professionali, attività industriali ed artigianali ed altre commerciali"
"Sul versante domestico" - prosegue Baccilieri - "a fronte di un aumento - avvenuto su tutto il territorio metropolitano - della parte variabile della tariffa per cause indipendenti dalla nostra volontà, riconducibili alla gestione della pandemia, l’amministrazione è riuscita a contenere l'aumento per le famiglie, ma al contempo prevedendo due bandi di contributi per complessivi 20.000 euro per nuclei a basso reddito e famiglie numerose".

Il sindaco Stefano Zanni spiega come: "il nuovo Metodo di tariffazione rifiuti (Mtr) deciso dall’Autorità di regolazione energia, reti e ambiente (Arera), ha causato importanti variazioni in termini di competenza oltre che di complessità della materia; questo nuovo metodo oltre ad aver omogeneizzato il Piano Economico Finanziario della raccolta rifiuti in tutti i territori è stato oggetto di un importante incremento a causa dei costi relativi alla riorganizzazione dei servizi durante la pandemia oltre all’aumento dell’Iva."
"Nonostante il voto contrario dell’Amministrazione comunale di Galliera a questo PEF " - continua Zanni, contrariato - "Arera impone che questo venga comunque attuato; è quindi evidente come le amministrazioni comunali stiano perdendo sempre più “potere decisionale” rispetto alla gestione dei rifiuti seppur queste siano poi chiamate a risponderne."

Il vice sindaco Umberto Sabattini esprime soddisfazione per l'importante manovra volta al sostegno delle attività commerciali: "Abbiamo voluto portare nei fatti un sostegno al tessuto produttivo locale, quanto deciso vuole essere una attenuazione dell’impatto finanziario sulle categorie commerciali colpite dall’emergenza Covid-19 e contribuire alla ripartenza delle imprese."

In foto la Giunta del Comune di Galliera: da sinistra Diego Baccilieri, Giulia Ventura, Stefano Zanni, Linda Montevecchi, Umberto Sabattini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari a Galliera: riduzioni per le imprese e contributi per le famiglie

BolognaToday è in caricamento