menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il taser debutta in città, i Carabinieri equipaggiati con la pistola elettrica ai posti di blocco

La pistola elettrica verrà utilizzata però solo con precise regole di ingaggio

Dopo la presentazione arriva il debutto vero e proprio per il taser, la pistola a scariche elettriche arrivata a Bologna all'Arma dei Carabinieri dall'inizio della settimana. Un dispositivo in dotazione alle forze dell'ordine in altri paesi come Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Svizzera ma che in passato ha sollevato dubbi su una sua potenziale letalità, per lo più verso soggetti con problemi di salute. Problemi che un protocollo di utilizzo molto stringente dovrebbe cercare di minimizzare, secondo le istruzione impartite al personale abilitato all'utilizzo.

L'arma ha fatto capolino nell'equipaggiamento in dotazione, tra gli altri anche alle pattuglie del Nucleo operativo radiomobile di Bologna, impengato nel pomeriggio in una attività di posti di blocco e controlli alla circolazione nel territorio in zona Barca.

Il taser non sarà utilizzato 'alla leggera', ma per un eventuale ingaggio saranno necessari dei requisiti, che ne rendano indispensabile l'utilizzo. Ogni scarica avrà un tempo limitato e il dispositivo avrà a disposizione un numero limitato di scariche. Il soggetto immobilizzato, una volta terminata la scarica, dovrebbe riprendere immediatamente il controllo delle proprie azioni senza mai rimanere incosciente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento