rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Ozzano dell'Emilia

'Cartelle pazze' sui passi carrai a Ozzano, scattano le proteste: "Sospesi i termini di pagamento fino a fine anno"

Le cartelle sono state inviate da una società incaricata. L'assessore di Oto: "In Comune attivato uno sportello dedicato per aiutare la cittadinanza"

Settimane di lamentele e caos a Ozzano, a causa dell'invio di pagamento del canone unico che da quest'anno comprende anche la tassa sui passi carrai e in scadenza il 2 dicembre: avviso di pagamento che sarebbe stato inviato anche a chi non deve versare un centesimo.La tassa, nel comune lungo la via Emilia, non veniva più pagata dagli anni 90, e il suo reinserimento è stato varato dall'amministrazione quest'anno, con parere contrario di parte della minoranza in consiglio comunale.

A gestire l'invio dei pagamenti non è stato il Comune ma una società a cui è stato affidato l'incarico, e a chiedere subito chiarimenti in merito al 'caos' cartelle è stata Monia Vason, consigliera di opposizione, dopo aver raccolto le lamentele dei cittadini.

A rispondere dal Comune è Matteo di Oto, con delega ai Tributi: "Ci siamo resi conto dalle prime emissioni delle lettere che vi è un errore nella intestazione dei bollettini - spiega - L’errore più frequente è quello di avere intestato un bollettino a un condomino anziché al condominio.
Da qui la necessità di chiedere a ogni singolo cittadino che ha ricevuto la bolletta di verificare la correttezza dei dati, e di comunicare il nome dell’amministratore che dovrà gestire la richiesta di cambio intestazione della bolletta. E per questo che abbiamo attivato uno sportello, il martedì pomeriggio, dedicato presente tutti i martedì mattina per il mese di dicembre e per il mese di gennaio proprio per aiutare la compilazione. Di fatto  - sottolinea di Oto - confermiamo la scelta politica di avere reinserito questo pagamento perché  consente al Comune di mettere più risorse per le spese di investimento, e di affrontare con più serenità alcuni imprevisti. Ad esempio, per il 2022 il gettito ci serve a coprire l’aumento di costi del servizio dell’assistenza disabilità,  lievitati  di quasi 400.000mila euro a causa di dell’aumento del numero di ore da dedicare ai bambini e alle famiglie interessate". 

E ancora: "L'amministrazione comunale si è accordata con la società affinché non si procedesse alla riscossione in maniera affrettata e perentoria in casi eventuali morosità, dato il periodo in cui viviamo - conclude di Oto -  L’Amministrazione ha già provveduto a sospendere anche i termini di pagamento di tutte le componenti del canone unico fino al 31 dicembre, senza ulteriori spese. La deliberazione è stata adottata dalla giunta nei giorno scorsi, ed è intenzione dell’Amministrazione  non applicare sanzioni e interessi fino al 30 settembre 2022. Questo vale sia per gli avvisi di pagamento del canone relativi all'anno 2021 che per gli avvisi di pagamento del canone che verranno emessi per l'anno 2022". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Cartelle pazze' sui passi carrai a Ozzano, scattano le proteste: "Sospesi i termini di pagamento fino a fine anno"

BolognaToday è in caricamento